Concertisti Classica, la musica classica in Italia
La Musica Classica in Italia
Cerca
Chiudi questa casella di ricerca.
Verona, al Teatro Filarmonico arriva ‘Il campiello’ rarità di Ermanno Wolf Ferrari
Una commedia lirica raffinata e frizzante che traspone in musica il celebre lavoro teatrale di Carlo Goldoni; dirige Francesco Ommassini, sul palco un cast di giovani talenti italiani
Ridotti Under 35: € 11 – € 24 | Over 65 € 20 – € 44

Fondazione Arena di Verona Presenta

“ Stagione d’Opera e Balletto 2024 al Teatro Filarmonico ”
Veneziano di nascita e per parte di madre, tedesco per ascendenza paterna, il compositore Ermanno Wolf-Ferrari (1876-1948), seppure oggi poco ricordato, è autore di spicco della prima metà del ‘900. Attivo principalmente come operista, rinnovò la tradizione dell’opera buffa con uno stile molto personale, lontano sia dal verismo che dall’atonalità, avvalendosi di un linguaggio che riecheggia tanto gli stilemi mozartiani quanto le estreme esperienze verdiane. Particolarmente felici sono le trasposizioni liriche delle commedie di Goldoni, tra cui Il Campiello rappresenta forse il capolavoro di Wolf-Ferrari.

Rarità da riscoprire, quest’opera raffinata e divertente arriva ora per la prima volta al Teatro Filarmonico di Verona in una nuova produzione di Fondazione Arena, in cartellone dal 17 al 24 marzo 2024 per quattro recite.

Sul podio sale Francesco Ommassini, alla guida dell’Orchestra e Coro della Fondazione Arena di Verona e di un cast formato da giovani talenti italiani che daranno vita a personaggi indimenticabili, spassosi battibecchi e dichiarazioni d’amore. La regia è affidata al giovane Federico Bertolani, le scene sono di Giulio Magnetto, i costumi di Manuel Pedretti, le luci di Claudio Schmid. Maestro del Coro è Roberto Gabbiani.

Nel suo lavoro Ermanno WolfFerrari  mette fedelmente in musica la celebre omonima commedia (1756) di Carlo Goldoni, uno spaccato di vita quotidiana in una piazzetta di Venezia, testo dialettale frizzante e divertente ma anche realistico, profondo e umanissimo. Ultima e più compiuta delle cinque opere tratte dal massimo commediografo della Serenissima, Il Campiello, su libretto di Mario Ghisalberti, fu rappresentata per la prima volta nel 1936 al Teatro alla Scala sotto la direzione di Gino Marinuzzi.

In tre atti brevi e frizzanti vediamo scorrere una giornata qualunque in un campiello del ‘700, una piazzetta dove tutti conoscono tutti e possono spiare le vite altrui, interloquire affacciandosi al balcone o condividendo un brindisi alla locanda. Qui si intrecciano le vicende di due coppie di innamorati e le speranze di Gasparina, che sogna una nuova vita altrove, forte dell’interesse ricambiato per un cavaliere “foresto”, il tutto condito dai brontolii dello zio e dagli esilaranti bisticci di tre vecchie pettegole, due delle quali scritte espressamente per uomini en travesti.

Gasparina, fanciulla snob che riscoprirà il legame col natio campiello, sarà interpretata dal soprano Bianca Tognocchi, il Cavalier Astolfi, nobile napoletano decaduto e gaudente, dal baritono Biagio Pizzuti; le coppie di giovani amanti, messe alla prova da gelosie e malintesi, saranno composte da Sara Cortolezzis (Lucieta) e Gabriele Sagona (Anzoleto), e da Lara Lagni (Gnese) e Matteo Roma (Zorzeto). Fabrizio, il burbero zio di Gasparina sarà interpretato da Guido Loconsolo e le tre vecchie donne del campiello rispettivamente dai tenori Leonardo Cortellazzi (Dona Cate, madre di Lucieta) e Saverio Fiore (Dona Pasqua, madre di Gnese) e dal mezzosoprano Paola Gardina (Orsola, la fritolera, madre di Zorzeto).

Verona, al Teatro Filarmonico arriva ‘Il campiello’ rarità di Ermanno Wolf Ferrari

Altre informazioni di interesse

Sono cinque le opere che Ermanno Wolf-Ferrari trasse dalle commedie di Carlo Goldoni, Le donne curiose (Monaco di Baviera 1903),  I quatro rusteghi (Monaco di Baviera 1906), Gli amanti sposi (da Il ventaglio, Venezia, 1925), La vedova scaltra (Roma 1931), e Il Campiello (Milano 1936).

Tra le altre opere più note del compositore italo-tedesco figurano Il segreto di Susanna (1900), I gioielli della Madonna (1911), L’amore medico (da Molière, 1913), Sly (da Shakespeare, 1927).

Interpreti

Direttore Francesco Ommassini
Regia Federico Bertolani
Scene Giulio Magnetto
Costumi Manuel Pedretti
Luci Claudio Schmid

Personaggi e interpreti
Gasparina Bianca Tognocchi
Dona Cate Panciana Leonardo Cortellazzi
Lucieta Sara Cortolezzis
Dona Pasqua Polegana Saverio Fior
Gnese Lara Lagni
Orsola Paola Gardina Zorzeto Matteo Roma
Anzoleto Gabriele Sagona
Il Cavaliere Astolfi Biagio Pizzuti
Fabrizio dei Ritorti Guido Loconsolo

Nuovo allestimento Fondazione Arena di Verona

Programma

Il campiello
Commedia lirica in tre atti
Musica di Ermanno Wolf Ferrari

Libretto di Mario Ghisalberti
dalla commedia di Carlo Goldoni

Repliche

17 marzo 2024 ore 15.30 ‘prima’ >/br> repliche 20 marzo ore 19 | 22 marzo ore 20 | 24 marzo ore 15.30

Chi organizza

Fondazione Arena di VeronaLa Fondazione Arena di… altro

Leggi Tutto

Ti potrebbe interessare

Francesco Ommassini𝄞 Direttore d’orchestra

Leggi Tutto

Concertisti Classica

cc_concertisti_classica_g_b_r
Ti potrebbe interessare
  • Da non perdere

    Approfondimenti

    Concerti

    Opera

    Stagione Concertistica

    Festival

    Arena di Verona Opera Festival

    Dal 7 Giugno al 7 Settembre ’24

    Festival Verdi di Parma e Busseto, XXIV Edizione

    Dal 21 Settembre al 20 Ottobre ’24

    LacMus Festival 2024

    Dal 9 Luglio al 21 Luglio ’24

    Bologna Festival 2024 – 43ª edizione

    Dal 18 Marzo al 6 Novembre ’24

    Lucca Classica X edizione

    Dal 24 AprileTerminato il 28 Aprile ’24

    Concorsi

    Notizie