Il Festival di Stresa, Isole Borromeo e del Lago Maggiore
Stresa Festival – Settimane Musicali di Stresa
Organizzatore: Associazione Settimane Musicali di Stresa – Festival Internazionale
Le Settimane Musicali di Stresa o Stresa Festival si svolgono ogni anno dal 1962 sulle rive del Lago Maggiore nei mesi di luglio, agosto e settembre in diverse sedi suggestive e prestigiose. Artisti tra i più famosi del concertismo internazionale e giovani interpreti propongono una varietà di programmi dal barocco al contemporaneo e realizzano produzioni originali, sempre nell’ottica dell’alto livello qualitativo che contrassegna la manifestazione.

Presero vita nel 1961 le Settimane Musicali di Stresa, per iniziativa di Italo Trentinaglia de Daverio, avvocato e nobiluomo veneziano che aveva assorbito la passione per la musica nell’ambiente familiare, soprattutto grazie al padre Erardo, compositore e organizzatore musicale, direttore generale del Teatro alla Scala di Milano, sovrintendente del Teatro La Fenice di Venezia.

Nella villa di famiglia a Stresa erano ospiti abituali musicisti e letterati, incantati dal fascino del Lago Maggiore, tra cui Arturo Toscanini, Umberto Giordano, Sem Benelli, Italo Montemezzi, Rosso di San Secondo, Pick-Mangiagalli, Canonica, De Sabata, Gianandrea Gavazzeni. Durante un suo soggiorno lacustre nell’autunno 1961, il ricordo di questi incontri ispirò all’Avvocato Trentinaglia l’idea di creare una manifestazione annuale che potesse fare di Stresa la sede di uno di quei festival internazionali di musica classica che rendevano famose alcune tra le più belle località d’Europa. Il progetto fu subito appoggiato dal sindaco, ing. Gaudenzio Cattaneo, del presidente dell’Azienda di Soggiorno e Turismo, arch. Franco Prini, del presidente della Società dei Congressi, avv. Giovanni Scolari e da altri amici. Costituito il Comitato organizzatore delle Settimane Musicali presieduto dallo stesso Trentinaglia e ottenuta l’assegnazione di contributi da parte dello Stato e di altri enti, si poté avviare la manifestazione.

Così il 27 agosto 1962 le Settimane Musicali di Stresa furono ufficialmente inaugurate con un concerto dell’Orchestra del Teatro alla Scala, diretta da Nino Sanzogno. Alla riuscita della seconda edizione contribuì la mostra dedicata all’arte della liuteria di Antonio Stradivari con l’esposizione all’isola Bella di quarantasette preziosi strumenti, provenienti da collezioni di tutto il mondo. Alcuni grandi nomi – fra i quali Arturo Benedetti Michelangeli, Arthur Rubinstein ed Andres Segovia, permisero la progressiva affermazione a livello internazionale delle Settimane Musicali, poi riconosciute come “Festival Internazionale” anche dal Ministero del Turismo e dello Spettacolo.

Nel 1969, per ovviare a sopraggiunte difficoltà finanziarie e alle criticità di una gestione in concorso con l’Azienda Autonoma di Soggiorno, le Settimane Musicali si costituirono in Ente culturale autonomo, presieduto, come il precedente Comitato, da Italo Trentinaglia. Nel 1999 il Festival ha assunto la denominazione di Settimane Musicali di Stresa e del Lago Maggiore per poi diventare Settimane Musicali di Stresa – Festival Internazionale, oggi noto anche come Stresa Festival.

Nelle diverse edizioni che si sono susseguite fino ad oggi, sono arrivati e spesso tornati a Stresa alcuni tra i musicisti più importanti del  secolo. Merita una menzione, per il valore dell’iniziativa, la rassegna dei giovani vincitori di concorso avviata nel 1966, che nella storia delle Settimane Musicali ha presentato artisti che oggi sono famosi concertisti come Michele Campanella, Garrick Ohlsson, Christoph Eschenbach, Murray Perrahia, Jeffrey Swann fino ai più recenti Andrea Lucchesini, Maurizio Zanini e Nikolaj Znaider.

Dopo gli esordi al Palazzo dei Congressi di Stresa, all’Isola Bella nel meraviglioso Salone degli Arazzi e alla Loggia del Cashmere nei giardini dell’Isola Madre, generosamente concessi dai Principi Giberto e Bona Borromeo, il Festival ha poi ampliato progressivamente i propri orizzonti portando i suoi concerti in nuove sedi storiche, permettendo così di coniugare la musica all’arte, alla cultura e ai suggestivi scenari che offre la zona. Fra le località coinvolte risaltano l’Eremo di Santa Caterina del Sasso, la Rocca Borromeo di Angera, la Chiesa Madonna di Campagna a Verbania, il Sacro Monte di Orta San Giulio, e suggestive location sono state anche il Mottarone, l’Isola dei Pescatori, il Teatro Maggiore di Verbania, Villa Pallavicino, il Regina Palace Hotel e altri.

Stresa Festival – Settimane Musicali di Stresa
Negli anni hanno partecipato alle Settimane Musicali di Stresa musicisti insigni, tra cui i pianisti Arthur Rubinstein, Arturo Benedetti Michelangeli, Nikita Magaloff, Alexis Weissenberg, Svjatoslav Richter, Maurizio Pollini, Dino Ciani, Vladimir Ashkenazy, Wilhelm Kempff, Martha Argerich, Claudio Arrau, Aldo Ciccolini e Radu Lupu; i violinisti Nathan Milstein, David Oistrakh, Isaac Stern, Yehudi Menuhin, Gidon Kremer, Anne-Sophie Mutter, Victoria Mullova, Salvatore Accardo, Uto Ughi, Shlomo Mintz e Vadim Repin; il violista Yuri Bashmet e personaggi d’eccezione come Mstislav Rostropovich, Maurice André ed Andres Segovia.

Ed ancora il gotha delle formazioni sinfoniche internazionali, oltre all’Orchestra del Teatro alla Scala (successivamente Orchestra Filarmonica della Scala), la Philharmonia di Londra, i Wiener Philharmoniker, la Los Angeles Philharmonic, la Israel Philharmonic, l’Orchestra Filarmonica di Mosca e quella di San Pietroburgo, la Royal Concertgebouw, la Staatskapelle Dresden e l’Orchestra Filarmonica Ceca.

Infine i direttori: Carlo Maria Giulini, uno dei più assidui ed affezionati, Hermann Scherchen, Karl Böhm, Zubin Mehta, Lorin Maazel, Wolfgang Sawallisch, Claudio Abbado, Riccardo Muti, Kirill Kondrashin, Riccardo Chailly, Kurt Masur, Yuri Temirkanov, Valery Gergiev e Kent Nagano.

Una parte importante nella programmazione del Festival hanno sempre avuto i recital vocali, anche in questo caso con la presenza dei massimi interpreti del liederismo internazionale, dal sommo Dietrich Fischer Diskau, ad Elisabeth Schwarzkopf, da Gundula Janowitz a Teresa Berganza, Hermann Prey, Christa Ludwig, Nicolai Gedda, Eva Marton.

Dal 2000 al 2020 la direzione artistica delle Settimane Musicali è stata affidata a Gianandrea Noseda, e dall’ottobre 2020 il Direttore Artistico del Festival è Mario Brunello.

Altre sale o Location

Se nei primi anni i concerti delle Settimane Musicali di Stresa erano collocati al Palazzo dei Congressi, all’Isola Bella e all’Isola Madre, il festival in seguito ha ampliato il proprio raggio ai siti più ricchi di fascino e artisticamente preziosi del Lago Maggiore e dei suoi dintorni.

Eventi Correlati

Stresa Festival 60ᵃ edizione – Stresa (Verbano-Cusio-Ossola)
Un festival innovativo e green con il nuovo direttore artistico Mario Brunello
Associazione Settimane Musicali di Stresa

Dal 19 Ago al 5 Settembre 2021

Scopri di più

Contenuti realizzati con il contributo del sito web dell’Organizzazione
concertisti-classica-logo-80x80
ADV-G2
Ti potrebbe interessare
Se ti piace Stresa Festival – Settimane Musicali di Stresa fallo sapere ai tuoi amici
  • ADV0

    Condividi

    I più cliccati

    Concerti

    Opera

    Al Lirico di Cagliari va in scena La sonnambula di Bellini
    L’’allestimento, ideato da Bepi Morassi. . .
    Cagliari, 13 Maggio alle 20:30

    Stagione Concertistica

    Festival

    Concorsi

    Approfondimenti

    Aggiornamenti recenti

    Notizie

    ADV0