Concertisti Classica, la musica classica in Italia
La Musica Classica in Italia
Cerca
Chiudi questa casella di ricerca.
Simone Young sul podio della Scala per la nuova produzione del ‘Peter Grimes’ di Britten firmata da Robert Carsen
La direttrice australiana che oggi guida la Sydney Symphony Orchestra é stata a lungo alla testa dell’Opera di Amburgo ed è di casa nei maggiori teatri del mondo

Fondazione Teatro alla Scala Presenta

“ Stagione 2022-2023′ – Opera ”
Alla Scala di Milano dal 18 ottobre al 2 novembre 2023 torna in scena Peter Grimes di Benjamin Britten, uno degli esiti più alti e attuali del teatro musicale del ‘900. L’attesa nuova produzione è firmata da Robert Carsen, mentre sul podio salirà la direttrice australiana Simone Young. Attiva nei maggiori teatri del mondo e nota in particolare per il lungo e proficuo impegno alla guida dell’Opera di Amburgo, Young giunge per la prima volta al Piermarini, ma – causa malattia di Zubin Mehta – il debutto scaligero previsto in quest’occasione è stato anticipato di qualche giorno, quando dall’11 al 14 ottobre ha diretto la Filarmonica nella Sinfonia n. 38 di Mozart e nella Turangalîla-Symphonie di Olivier Messiaen,, con Yuja Wang al piano e Cécile Lartigau all’Onde Martenot.

Protagonista del capolavoro di Britten sarà Brandon Jovanovich, affiancato da Nicole Car nella parte di Ellen e Ólafur Sigurdarson nei panni del capitano Balstrode. Le scene e i costumi del nuovo allestimento sono di Gideon Davey, le luci dello stesso Carsen con Peter Van Praet, i video di Will Duke e la coreografia di Rebecca Howell.

(In alto Simone Young, photocredit Sarah Steh)  

In Evidenza

L’opera

Peter Grimes viene concepita da Benjamin Britten nell’esilio americano insieme a Peter Pears durante la II guerra mondiale e portata a termine al ritorno nel Regno Unito nel 1943. La creazione avviene al Sadler’s Wells nel 1947 con Peter Pears nella parte di Grimes e Reginald Goodall sul podio. La fonte letteraria è un fosco racconto dello scrittore, medico e sacerdote George Crabbe, pubblicato nel 1810. Crabbe, un antesignano del realismo sociale, descrive crudamente la vita di un villaggio di pescatori, uno dei quali si rende colpevole dell’assassinio di tre mozzi. Britten e il suo librettista Montagu Slater, un poeta e scrittore dalla forte impronta realista e operaia, trasformano il personaggio da un lato tagliando la morte del terzo ragazzo e lasciando aperta la responsabilità sulla morte dei primi due, dall’altro esaltando i caratteri romantici e fantastici di Grimes, che si affratella a un altro grande escluso del teatro musicale del Novecento: Wozzeck. Già E.M. Forster, nell’articolo su “The Listener” che aveva fatto conoscere a Britten l’opera di Crabbe scriveva: “Non c’è nessun crimine da parte di Grimes se non quello causato dai crimini ben più gravi commessi contro di lui dalla società”.

Nell’intervista rilasciata a Mattia Palma e pubblicata sulla Rivista del Teatro Robert Carsen spiega: “La ragione [del rifiuto di Grimes da parte dei suoi concittadini] non è chiara, ma credo che il punto sia proprio questo. Sono convinto che sia stato lasciato apposta irrisolto. Gli abitanti del villaggio non capiscono Grimes, che a sua volta non fa alcun tentativo per farsi comprendere meglio: più gli altri sono ostili a lui, più lui si chiude e meno vuole avere a che fare con loro. In fondo è facile per un gruppo di persone isolare chiunque non gli si adatti. Molte opere affrontano lo stesso tema, pensiamo a Verdi, a Janáček, e ovviamente allo stesso Britten, i cui lavori sono spesso incentrati su un diverso”. Il tema dell’isolamento dei diversi ricorre effettivamente in diverse opere di Britten e si radica da un lato nella sua condizione di omosessuale nella società britannica del suo tempo (un’omosessualità vissuta in relativa trasparenza nella relazione con Peter Pears, ma mai ammessa pubblicamente neanche negli Stati Uniti, tanto da attirare le critiche di Auden e Isherwood), dall’altro nella vasta sensibilità per le libertà individuali contrapposte alla massa cieca negli anni dei grandi totalitarismi. A contrastare l’atmosfera chiusa del villaggio, la vastità maestosa del mare in cui Grimes scomparirà al termine dell’opera fuggendo alla folla pronta a linciarlo. Al mare sono dedicati i celebri “Quattro interludi marini” spesso eseguiti autonomamente in concerto.

Intervistata da Liana Püschel per la Rivista, la direttrice Simone Young nota che “in Peter Grimes il profumo del mare si sente ovunque. Il mare è rappresentato musicalmente in modi diversi a seconda del tempo, dal sereno all’uragano; questi cambiamenti hanno un riflesso sul protagonista, il quale è un uomo che lavora con la natura ma anche contro la natura. Il mistero delle profondità marine è in rapporto con il fatto che Grimes è in contatto sia con la natura sia con il mondo metafisico, ma è incapace di esprimersi”. Young sottolinea inoltre come tra i temi dell’opera emerga anche un momento di possibile contatto umano, quello tra Grimes e Ellen: “La musica diventa delicata e complessa, in contrasto con quella della società che è chiara e semplice. Il loro duetto è un piccolo momento a cappella contraddistinto dalla bitonalità, in quanto ciascuno canta in una tonalità diversa; nelle ultime battute, invece, il loro canto coincide completamente concludendo sulla nota Mi, molto importante perché si riferisce alla tonalità tipica di Grimes”.
Simone Young sul podio della Scala per la nuova produzione del ‘Peter Grimes’ di Britten firmata da Robert Carsen

Altre informazioni di interesse

La rappresentazione del 27 ottobre sarà trasmessa in diretta da LaScalaTv.

Ogni sera, un’ora prima dello spettacolo, Franco Pulcini terrà una conferenza introduttiva nei Ridotti.

Interpreti

Direttrice Simone Young
Regia Robert Carsen
Scene e costumi Gideon Davey
Luci Robert Carsen
e Peter Van Praet
Drammaturgia Ian Burton
Video Will Duke
Coreografia Rebecca Howell

Personaggi e interpreti

Peter Grimes Brandon Jovanovich
Ellen Orford Nicole Car
Captain Balstrode Ólafur Sigurdarson
Auntie Margaret Plummer
First niece Katrina Galka
Second niece Tineke Van Ingelgem
Bob Boles Michael Colvin
Swallow Peter Rose
Mrs. Sedley Natascha Petrinsky
Rev. Horace Adams Benjamin Hulett
Ned Keene Leigh Melrose
Hobson William Thomas

Orchestra e Coro del Teatro alla Scala

Nuova produzione Teatro alla Scala  

Programma

Benjamin Britten
Peter Grimes

Opera in un prologo e tre atti
Libretto di Montagu Slater

Repliche

18 ottobre 2023 ore 20 ‘prima’
repliche il 21, 24, 27, 30 ottobre e 2 novembre 2023

Chi organizza

Teatro alla ScalaIl Nuovo Regio Ducal… altro

Leggi Tutto

Concertisti Classica

cc_concertisti_classica_g_b_r
Ti potrebbe interessare
  • Da non perdere

    Approfondimenti

    Concerti

    Opera

    Stagione Concertistica

    Festival

    Arena di Verona Opera Festival

    Dal 7 Giugno al 7 Settembre ’24

    Festival Verdi di Parma e Busseto, XXIV Edizione

    Dal 21 Settembre al 20 Ottobre ’24

    LacMus Festival 2024

    Dal 9 Luglio al 21 Luglio ’24

    Bologna Festival 2024 – 43ª edizione

    Dal 18 Marzo al 6 Novembre ’24

    Lucca Classica X edizione

    Dal 24 AprileTerminato il 28 Aprile ’24

    Concorsi

    Notizie