Il Festival di Ravenna
Ravenna Festival
Organizzatore: Fondazione Ravenna Manifestazioni
Fondato nel 1990, il Ravenna Festival si caratterizza per la programmazione multidisciplinare: la musica nelle sue diverse declinazioni, ma anche la danza, il teatro, il cinema. Il festival – gestito dalla Fondazione Ravenna Manifestazioni – trasforma la città in palcoscenico, collocando gli spettacoli in una molteplicità di luoghi, dal teatro ai siti del patrimonio monumentale e naturalistico. Ogni edizione è intitolata a un tema specifico che indirizza il programma.

Il Ravenna Festival è stato fondato nel 1990 da Cristina Mazzavillani Muti, ed è organizzato dalla Fondazione Ravenna Manifestazioni che cura anche la programmazione del teatro di tradizione Dante Alighieri.

Tratti distintivi del Ravenna Festival sono, fin dagli esordi, l’approccio multidisciplinare e l’utilizzo di molti straordinari luoghi della città come sedi di spettacolo; da sottolineare inoltre la scelta di intitolare ciascuna edizione a un tema specifico su cui si impernia la programmazione.

Nel corso degli anni il Ravenna Festival ha ospitato numerosissimi artisti e compagini di vasta fama internazionale – tra cui spicca la regolare presenza di Riccardo Muti – e ha proposto molti progetti innovativi, affermandosi così anche a livello europeo.

il programma della rassegna spazia fra tutti i linguaggi performativi, dalla danza, al teatro e al cinema, assegnando un ruolo preminente alla musica declinata in una molteplicità di generi, in primis la classica: sinfonica, cameristica, operistica, ma con ampi spazi per il jazz e l’etnica, la canzone d’autore, il musical e il rock.

La città di Ravenna tra giugno e luglio si trasforma così ogni anno in uno straordinario palcoscenico, con concerti e spettacoli distribuiti in una grande varietà di spazi, dalle basiliche coperte di mosaici ai teatri storici, palazzi, chiostri, archeologie industriali, paesaggi naturali. Da ricordare che Ravenna vanta ben 8 monumenti riconosciuto tra i siti UNESCO.

Ogni anno la direzione artistica del Ravenna Festival compone un ricco programma di eventi che ruotano attorno a un tema significativo dal punto di vista culturale e artistico, da quelli più distintamente musicologici dei primissimi anni (“Salieri e la Scuola di Vienna”, “Intorno a Rossini”, “Bellini e Wagner”, ecc.) ai più visionari paesaggi dell’anima, tra mediterranei, orienti, apocalissi, visioni, deserti, pellegrinaggi… tra popolare e fiabesco, sacro e profano, fino alla storia del Novecento. Nel corso degli anni il Festival ha affrontato eventi cruciali come la Grande Guerra e la Rivoluzione Russa, e reso omaggio a icone quali Nelson Mandela, Martin Luther King e Dante Alighieri.

Nel 1997, anno del primo storico concerto a Sarajevo, al Ravenna Festival si introduce una nuova iniziativa, poi riproposta annualmente e diventata uno degli appuntamenti simboli del Festival – “Le Vie dell’Amicizia”, pellegrinaggi laici che toccano città ferite, riallacciano antichi legami con luoghi che hanno fatto la storia, costruiscono “ponti di fratellanza”. A guidare questi viaggi, ambasciatore di cultura nel mondo, è da sempre Riccardo Muti con orchestre e cori che, nello spirito di fratellanza che anima il progetto e a testimonianza dell’universalità del linguaggio musicale, in ogni occasione accolgono tra le proprie fila musicisti della città meta del viaggio. Indimenticabili gli appuntamenti in luoghi simbolo come Beirut, Gerusalemme, Mosca, Erevan e Istanbul, New York, Il Cairo, Damasco, Nairobi, Mirandola, Redipuglia, Otranto, Tokyo, Tehran, Kiev, Atene.

*

(Foto di scena in alto ©Marco Borrelli, foto Riccardo Muti ©Silvia Lelli)

Ravenna Festival
Nel 2012 il Ravenna Festival si è arricchito di un nuovo segmento di programmazione, estendendosi oltre il tradizionale periodo estivo con la ‘Trilogia d’autunno’. In scena tra ottobre e novembre, la ‘Trilogia’ è dedicata alla lirica, e sullo stesso palcoscenico alterna tre opere differenti in tre serate consecutive.

L’edizione d’esordio è stata dedicata alla trilogia popolare di Verdi (Rigoletto, Il Trovatore, La Traviata), compositore omaggiato anche in occasione del bicentenario della nascita nel 2013 con i suoi lavori “shakespeariani” (Macbeth, Otello, Falstaff), e ancora nel 2018 con Nabucco, Otello e Rigoletto.

Altro protagonista della Trilogia d’autunno è stato Puccini nel 2015 con La bohème, mentre tre capolavori “sull’orlo del Novecento” (Cavalleria rusticana di Pietro Mascagni, Pagliacci di Ruggero Leoncavallo e Tosca di Giacomo Puccini) hanno siglato l’edizione 2017. Nel 2019 è stata invece la volta di tre donne capaci di scegliere la morte, affermando la libertà assoluta di fronte al proprio destino: Norma di Bellini, Aida di Verdi e Carmen di Bizet, in un percorso dal belcanto agli albori del Verismo.

Di segno diverso, le due Trilogie del 2014 e del 2016, che hanno ospitato l’una il Balletto del Teatro Mariinskij di San Pietroburgo in esclusiva nazionale con le tre produzioni Il lago dei cigni, Giselle, Trittico ’900, l’altra le nuove produzioni dei principali teatri ungheresi (La contessa Maritza di Kálmán, Il pipistrello di Strauss e La vedova allegra di Lehár).

Se nel 2020 la Trilogia è stata annullata a causa della pandemia, nel 2021 è tornata in scena con una dedica a Dante, attraverso tre nuove produzioni: Dante Metànoia di e con Sergei Polunin, Faust rapsodia di Luca Micheletti e Paradiso XXXIII di e con Elio Germano e Teho Teardo.

Al centro della Trilogia d’autunno 2022 sono i capolavori di Mozart e Da Ponte: Le nozze di Figaro, Don Giovanni e Così fan tutte.  

Eventi Correlati

Ravenna Festival 2022, “Tra la carne e il cielo” – Ravenna
Rende omaggio a Pier Paolo Pasolini a 100 anni dalla nascita la XXXIII edizione del. . .
Fondazione Ravenna Manifestazioni

Dal 01 Giu al 21 Luglio 2022
Il Festival inizierà tra 15 giorni

Scopri di più

Ravenna Festival 2021 – Ravenna
Dedicato a Dante – XXII Edizione
Oltre 70 eventi e 1200 artisti coinvolti

Fondazione Ravenna Manifestazioni

Dal 02 Giu al 31 Luglio 2021

Scopri di più

Contenuti realizzati con il contributo del sito web dell’Organizzazione
concertisti-classica-logo-80x80
ADV-G2
Ti potrebbe interessare
Se ti piace Ravenna Festival fallo sapere ai tuoi amici
  • ADV0

    Condividi

    I più cliccati

    Concerti

    Opera

    Al Lirico di Cagliari va in scena La sonnambula di Bellini
    L’’allestimento, ideato da Bepi Morassi. . .
    Cagliari, 13 Maggio alle 20:30

    Stagione Concertistica

    Festival

    Concorsi

    Approfondimenti

    Aggiornamenti recenti

    Notizie

    ADV0