QUARTETTO ECHOS
Chiostro della Biblioteca Classense a Ravenna

1° Luglio

  • Andrea Maffolini violino
  • Ida Di Vita violino
  • Giorgia Lenzo viola
  • Martino Maina violoncello

Relazioni, fili sottili e legami (anche nascosti) che passano tra individui e tra stili musicali: sembra questa la traccia su cui si muove il giovane Quartetto Echos – nato nel 2013 in seno al Conservatorio torinese e già nel 2017 insignito del Premio Abbiati “Piero Farulli”. È ad Haydn che Mozart dedica il suo Quartetto “delle dissonanze” (nome dovuto alle arditezze armoniche dell’Adagio iniziale), affidandolo, al pari di un figlio, “alla protezione, e condotta d’un Uomo molto celebre […] ed amico mio carissimo”.
Risente invece del melodismo brahmsiano il Langsamer Satz composto da Webern a soli 22 anni, prima di diventare a sua volta “maestro” della Seconda Scuola di Vienna; mentre la scrittura del Quartetto “Lettere intime”, opera della maturità di Janaček, può essere ripercorsa in dettaglio attraverso le lettere inviate alla giovane amante Kamila-Stösslová.

In collaborazione con Scuola di Musica di Fiesole, Accademia Europea del Quartetto – European Chamber Music Academy

  • Chiostro della Biblioteca - Via A. Baccarini, 3 - Ravenna
  • 1 luglio, ore 21.30
  • ravennafestival.org
ADV-G1

I Social

Se vi piace questo evento, non dimenticate di condividerlo con i vostri amici!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Commenta