Arianna Vicari

Arianna
Vicari

Violino

Roma

L'Artista

Solista

Camerista

In orchestra

Arianna Vicari

Nasce nella capitale italiana nel 1998.

Figlia d’arte, da subito manifesta un grande interesse per la musica. A tre anni il padre Orazio Vicari, docente di violino al conservatorio Santa Cecilia di Roma, le fa dono di un piccolo violino. Sarà l’inizio di una grande passione: a nove anni Arianna entra al conservatorio Alfredo Casella di L’Aquila.

Dopo il tragico terremoto del 6 aprile 2009 prosegue i suoi studi al conservatorio di Santa Cecilia di Roma sotto la guida di Fulvio Leofreddi.

Nel 2015, ad appena 17 anni, si diploma a pieni voti presso lo stesso conservatorio. Nello stesso anno inizierà due corsi di perfezionamento: uno a Roma, presso la Civica Scuola delle Arti con Vadim Brodski e l‘altro a Portrogruaro (VE), presso la Fondazione Santa Cecilia con Iliya Grubert e il suo assistente Eliot Lawson.

Nella primavera 2016 Arianna viene presa alla Hochschule der Künste di Berna (Svizzera), dove tuttora studia sotto l‘occhio attento della grande pedagoga polacca Monika Urbaniak-Lisik e i suoi assistenti Mateusz Kasprzak-Labudzinski e Amelia Maszonska.
La violinista dimostra un grande talento molto presto: a 13 anni vince il terzo premio al concorso internazionale Hyperion e a 15 vince il terzo premio al concorso internazionale Anemos.
Arianna scopre presto che non ama le competizioni perché lontane dalla sua idea di musica e le accantona.
Per quanto riguarda la sua attività concertistica troviamo invece numerose performance in Italia, Svizzera, Germania, Austria e Polonia.
Nel 2011 viene invitata dal principe Doria-Pamphili a suonare il concerto di Bruch in sol minore per violino solo e orchestra al Palazzo Pamphili di Roma.
Sempre da solista, nel 2015 è stata invitata a suonare alla scuola di musica „Scatola sonora“ di Roma. Poco dopo viene invitata a tenere un recital nella prestigiosa sede di Castel Sant’Angelo. Nel 2016 terrà un altro recital da solista, questa volta nell’ambasciata di Romania a Roma.
Anche da un punto di vista orchestrale la violinista si dimostra presto attiva: fino al 2012 è stata primo violino di spalla dell’orchestra giovanile Juniorchestra VYP dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia.
Da quando è in Svizzera è stata invitata a suonare in numerosi progetti orchestrali, tra cui si ricorda il progetto con il Vertigo Ensemble di gennaio 2019.
Da febbraio 2019 a maggio 2019 è stata primo violino di spalla dell’orchestra giovanile bernese BESTO.
Tra i vari progetti si ricorda il concerto con il grande pianista Paul Badura-Skoda al Musikverein di Vienna del 2017, dove Arianna ricopriva il ruolo di secondo violino di spalla e le molteplici stagioni concertistiche dell‘orchestra zurighese „Orchester vom See“ (2017-2019) guidata dal violinista Stefan Tarara.
Nell’estate 2018 Arianna collabora con la giovane orchestra „Zurich Chamber Players“ che suonerà al Volkshaus di Basilea e alla Tonhalle Maag di Zurigo.
Oltre all’ambito solistico ed orchestrale la violinista scopre fin da subito una forte propensione per la musica da camera: a 13 anni andrà in diretta internazionale su Radio Vaticana un suo concerto cameristico della stagione pontificia.
Due anni dopo andrà anche in diretta streaming su Radio CEMAT il concerto in duo di violini tenuto al museo MAXXI di Roma dedicato al compositore italiano Luciano Berio. Nel 2014 il suo quartetto verrà scelto per partecipare al festival Musicometa di Roma. Con la stessa formazione il quartetto sarà invitato ad avere un recital cameristico nella storia Sala Accademica del Conservatorio di Santa Cecilia di Roma e sempre in quartetto Arianna terrà un recital all’Istituto Svizzero di Roma. Da quando si è inserita nel contesto bernese più volte è stata invitata a suonare per la stagione concertistica „Halt auf Verlangen“ che promuove i giovani talenti musicali (Kammermusik Excellence-Konzerte).
Nella primavera 2019 suona in quartetto con David Eggert in un concerto tenuto alla Hochschule der Künste di Berna in memoria del compositore italiano Scelsi.

In Evidenza
Suona un Gaetano Pollastri del 1940 e un arco Sebastian Dirr

La Galleria Fotografica

Scrivi all'Artista

Segui

I Social

Se apprezzate l’artista fatelo sapere ai vostri amici!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
ADV-G1

Rispondi

Chiudi il menu

ConcertistiClassica.com usa cookie necessari al corretto funzionamento del sito web. A seconda delle tue preferenze, ConcertistiClassica.com può anche usare cookie per migliorare la tua esperienza, rendere sicuri e memorizzare i dati di accesso, gestire la sessione, raccogliere statistiche, ottimizzare le funzionalità del sito e fornire contenuti personalizzati in base ai tuoi interessi. Rispettiamo le tue preferenze, sia qui che in applicazioni specifiche dove richiederemo specificamente ulteriori preferenze per i cookie. Clicca su “Accetta e Chiudi” per procedere con le impostazioni standard di ConcertistiClassica.com per accettare i cookie e andare direttamente al sito o clicca su "Cookies Policy" per una dettagliata descrizione della tipologia di cookie. Altrimenti DECLINA

FAI PARTE
di concertisti
classica

IL PORTFOLIO

iscriviti ora

La ‘Pagina Personale‘ dell’Artista, nel Portfolio, sarà sempre gratuita.