Concertisti Classica, la musica classica in Italia
La Musica Classica in Italia
Cerca
Chiudi questa casella di ricerca.
@ Festival
L’Orchestra Sinfonica di Milano celebra il trentennale con il Festival Mahler
Dieci grandi Orchestre italiane per la prima volta insieme per un’ inedita iniziativa che propone l’Integrale delle Sinfonie e dei Lieder orchestrali del compositore boemo
L’Orchestra Sinfonica di Milano celebra il suo il trentennale (nonché il 25° del Coro) e lo fa in grande stile con il Festival Mahler: tre settimane dedicate al repertorio del sommo compositore boemo con l’integrale delle Sinfonie e dei Lieder per orchestra, dal 22 ottobre al 13 novembre 2023  all’Auditorium di Milano.

Vladimir Delman, fondatore della nostra compagine – ha dichiarato Ambra Redaelli, Presidente della Fondazione Orchestra Sinfonica e Coro Sinfonico di Milano Giuseppe Verdi –  diceva che solo dopo trent’anni di attività un’orchestra può chiamarsi tale. È con questo carico di responsabilità, ma anche con la gioia di aver raggiunto un traguardo tanto importante, che entriamo ufficialmente nelle celebrazioni per il Trentesimo anno dalla fondazione della nostra orchestra”.

14 gli appuntamenti in calendario per il Festival Mahler, un evento unico che per la prima volta riunisce insieme le grandi orchestre sinfoniche italiane, proponendo l’esecuzione di tutto il repertorio del compositore.

Nel cammino della Sinfonica di Milano hanno avuto grande rilevanza proprio le opere di Gustav Mahler, autore che probabilmente è il più amato dal pubblico della compagine. Del resto, come ha ricordato Ruben Jais, Direttore Generale e Artistico della Sinfonica di  “Negli anni, tale è divenuta la vicinanza con il repertorio mahleriano che l’Amministrazione comunale milanese deliberò di nominare lo spazio antistante l’ingresso dell’Auditorium ‘Largo Gustav Mahler’, inaugurato alla presenza della nipote del compositore boemo.”

Dieci le Istituzioni sinfoniche che concorrono alla realizzazione del cartellone: la Filarmonica della Scala diretta da Riccardo Chailly, l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia guidata da Manfred Honeck, la Spira mirabilis, l’Orchestra I Pomeriggi Musicali diretta da James Feddeck, l’Orchestra della Toscana insieme all’Orchestra Giovanile Italiana dirette da Markus Stenz, l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai con Robert Treviño sul podio, l’Orchestra della Fondazione Arena di Verona sotto la direzione da Marco Angius, l’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento sotto la bacchetta da Ottavio Dantone e la Filarmonica Arturo Toscanini diretta da Omer Meir Wellber.

Il Programma

Anticipano la rassegna alcuni appuntamenti di grande interesse raggruppati sotto il titolo Aspettando il Festival Mahler:

Martedì 5 ottobre (ore 19) presso Anteo Palazzo del Cinema verrà proiettato il film La perdizione (1974, visionario film di Ken Russell dedicato a Gustav Mahler, introdotto da un dialogo tra il critico cinematografico Paolo Mereghetti e Quirino Principe, critico musicale e tra i massimi esperti mahleriani.

Domenica 22 ottobre nel piccolo Teatro Gerolamo di Piazza Beccaria si terrà una matinée cameristica con Luca Santaniello (violino), Miho Yamagishi (viola), Mario Shirai Grigolato (violoncello) e Gile Bae (pianoforte). In programma una rarità mahleriana: il Quartetto per pianoforte e archi in La minore, proposto insieme al Quartetto in Do minore di Richard Strauss.

Sempre il 22 ottobre, alle 16 presso l’Auditorium di Milano sarà il momento di un Concerto “Ristretto”  – la nuova serie di appuntamenti della durata di un’ora – che proporrà i Lieder eines fahrenden Gesellen  (Canti di un viandante) nell’interpretazione del baritono Johannes Held sotto la bacchetta di Kolja Blacher.

Lunedì 23 e martedì 24 (ore 20) si passa a Mahler’s Universe, la proiezione di 10 cortometraggi (5 per serata) dedicati alle Sinfonie del compositore, presso il Forum Austriaco di Cultura in Piazza del Liberty.

Il Festival Mahler

Il Festival vero e proprio prenderà il via dal giorno successivo con il ciclo di grandi concerti, ciascuno dei quali metterà in luce un particolare aspetto del musicista Gustav Mahler, compositore, direttore d’orchestra, orchestratore, trascrittore.

Il Festival Mahler entra dunque nel vivo il 25 ottobre, con l’Orchestra Sinfonica di Milano che insieme al Coro Sinfonico diretto da Massimo Fiocchi Malaspina proporrà la Sinfonia n. 2 in Do minore, ‘Resurrezione’, sotto la bacchetta del Direttore Residente  Andrey Boreyko. La pagina è particolarmente significativa per la Sinfonica, poiché è quella che la compagine eseguì nell’ottobre del 1999 inaugurando  la sua nuova casa, l’Auditorium di Milano, diretta in quell’occasione da Riccardo Chailly.

E sarà proprio Riccardo Chailly a salire sul podio giovedì 26 ottobre, alla guida della Filarmonica della Scala,  per affrontare la Sinfonia n. 1 in Re maggioreTitano’ e il Preludio Sinfonico. Un concerto che segna il ritorno di Chailly sul palco dell’Auditorium di Milano, a suggellare l’amicizia e il legame tra le due istituzioni cittadine.

Venerdì 27 ottobre l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia si esibirà in Des Knaben Wunderhorn (Il corno magico del fanciullo), ciclo liederistico composto fra il 1892 e il 1896 quando Mahler era direttore del Teatro di Amburgo. Dirige Manfred Honeck, mentre l’annunciato Matthias Goerne per motivi di salute sarà sostituito dal baritono Christoph Pohl. A completare il programma, la Sinfonia n. 3 in Mi bemolle maggiore op.55 Eroica di Beethoven.

Sabato 28 ottobre sarà il momento della Spira mirabilis, impegnata nell’esecuzione della Sinfonia n. 3 in Mi bemolle Maggiore op. 97 ‘Renana’ di Schumann, nell’orchestrazione di Mahler.

Domenica 29 ottobre, l’Orchestra Sinfonica di Milano, insieme al Coro Sinfonico e al Coro di Voci Bianche di Milano eseguirà la Sinfonia n. 3 in Re minore, per contralto (Anke Vondung), coro femminile, coro di Voci Bianche e orchestra.

Martedì 31 ottobre l’Orchestra I Pomeriggi Musicali, diretta da James Feddeck, porta sul palco il Mahler sapiente orchestratore delle Sinfonie di Schumann: la Sinfonia n. 1 in Si bemolle maggiore op. 38 ‘ La Primavera’ e la Sinfonia n. 2 in Do maggiore op. 61.

La ORT, l’Orchestra della Toscana, e la OGI, l’Orchestra Giovanile Italiana, arriveranno in Auditorium venerdì 3 novembre per l’esecuzione dei Kindertotenlieder (solista Sophie Harmsen), e della Sinfonia n. 4 in Sol maggiore, sotto la direzione di Markus Stenz.

Sabato 4 novembre sarà il momento dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai di Torino: sotto la bacchetta di Robert Treviño, suo Direttore ospite principale, eseguirà la Sinfonia n. 5 in Do diesis minore.

Domenica 5 novembre toccherà all’Orchestra della Fondazione Arena di Verona diretta da Marco Angius, con la ‘Tragica’, la Sinfonia n. 6 in La minore del compositore boemo.

Martedì 7 novembre l’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento guidata da Ottavio Dantone sarà impegnata nella  Sinfonia n. 7 in Mi minore.

Mercoledì 8 novembre merita una  speciale menzione un grande evento: la Sinfonia n. 8 in Mi bemolle maggiore, la gigantesca ‘Sinfonia dei Mille’ sarà eseguita nel Duomo di Milano da una folta schiera di musicisti: l’Orchestra Sinfonica, il Coro Sinfonico istruito da Massimo Fiocchi Malaspina, il Coro di Voci Bianche di Milano diretto da Maria Teresa Tramontin,  il Coro As.Li.Co, i Pueri Cantores della Cappella Musicale del Duomo di Milano, e i solisti  Flurina Stucki, Eleanor Lyons ed Elizabeth Breuer, soprani, Bettina Ranch e Annely Peebo, mezzosoprani, Tuomas Katajala, tenore, Jochen Kuper, baritono, Samuel Youn, basso. Il progetto è realizzato in collaborazione con la Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano.

Sabato 11 novembre si prosegue con Filarmonica Arturo Toscanini di Parma diretta da Omer Meir Wellber: in programma l’Adagio dalla Sinfonia n. 10 in Fa diesis maggiore e i Rückert-Lieder per voce e orchestra con il baritono con Christoph Pohl, oltre alla  Sinfonia n. 4 in Re minore op. 120 di Robert Schumann nell’orchestrazione riveduta da Mahler.

Domenica 12 novembre spazio alle orchestrazioni delle musiche di Johann Sebastian Bach compiute dal compositore boemo, insieme all’Orchestra Sinfonica Giovanile di Milano diretta da Ruben Jais.

Lunedì 13 novembre il Festival Mahler si chiuderà con un Concerto celebrativo per il trentesimo compleanno dell’Orchestra Sinfonica di Milano, che in questa speciale ricorrenza eseguirà la Sinfonia n. 9 in Re maggiore sotto la bacchetta del Direttore Emerito Claus Peter Flor.

Data emblematica: il 13 novembre 1993, infatti, il Maestro Vladimir Delman alzava la bacchetta per dirigere la neonata Grande Orchestra Sinfonica di Milano

Ti potrebbe interessare

Ti potrebbe interessare

Marco Angius𝄞 Direttore d’orchestra

Leggi Tutto
Riccardo Chailly𝄞 Direttore d’orchestra

Leggi Tutto
Ottavio Dantone𝄞 Direttore d’orchestra, Altri strumenti Clavicembalo

Leggi Tutto
L’Orchestra Sinfonica di Milano celebra il trentennale con il Festival Mahler

Concertisti Classica

  • Da non perdere

    Approfondimenti

    Concerti

    Opera

    Stagione Concertistica

    Festival

    Arena di Verona Opera Festival

    Dal 7 Giugno al 7 Settembre ’24

    Festival Verdi di Parma e Busseto, XXIV Edizione

    Dal 21 Settembre al 20 Ottobre ’24

    LacMus Festival 2024

    Dal 9 Luglio al 21 Luglio ’24

    Bologna Festival 2024 – 43ª edizione

    Dal 18 Marzo al 6 Novembre ’24

    Lucca Classica X edizione

    Dal 24 Aprile al 28 Aprile ’24

    Concorsi

    Notizie