Concertisti Classica, la musica classica in Italia
La Musica Classica in Italia
Cerca
Chiudi questa casella di ricerca.
L’Orchestra di Santa Cecilia inaugura il 66° Festival dei Due Mondi di Spoleto
Sul podio Jakub Hrůša, Direttore ospite principale dell’orchestra ceciliana e recententemente nominato Direttore musicale della Royal Opera House di Londra

(Concerto annullato per maltempo)

Fondazione Festival dei Due Mondi Onlus Presenta

“ 66° Festival dei Due Mondi di Spoleto ”
Nella spettacolare cornice di Piazza Duomo, sarà l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia con il suo Direttore ospite principale Jakub Hrůša ad inaugurare, venerdì 23 giugno 2023, la 66ª edizione del Festival dei Due Mondi di Spoleto.

Per il terzo anno residente al festival fondato da Gian Carlo Menotti nell’ormai lontano 1958, la compagine ceciliana sarà anche protagonista del concerto di chiusura diretto da Antonio Pappano il 9 luglio.

Il programma scelto da Jakub Hrůša per l’apertura della rassegna spoletina è di grande fascino: il direttore ceco è un fine conoscitore della musica del suo connazionale Leoš Janáček – il ‘Musorgskij moravo’, secondo la definizione di Fedele d’Amico – di cui proporrà un impaginato monografico.

La serata si apre con la Suite, approntata dallo stesso Hrůša, della Piccola volpe astuta (1924): un affresco musicale sulle avventure della volpe Bystrouška che gli uomini cercano dapprima di addomesticare, poi di catturare e che infine uccideranno e che simboleggia, per un anziano guardaboschi, la libertà. Le parti cantate (il duetto tra la Volpe Bystrouška e il Volpacchiotto Lišák tratto dal 2° atto e la scena del Guardacaccia dell’atto 3°) sono affidate ai soprani Corinne Winters e Louise Alder e al baritono Roman Hoza.

A seguire, tre delle sei Danze dei Lachi (regione di nascita del compositore al confine con la Polonia) composte tra il 1889 e il 1890: la n. 3 Dymák (Danza dell’incudine), dal tempo vivace e che termina in un prestissimo, la n. 5 Celadenský (Danza del villaggio di Čeladná), tipica danza montanara lachiana e infine la n. 6, Pilky (Danza della sega), tre maestose pagine sinfoniche del periodo folcloristico di Janáček, ricche di spunti popolari. In un articolo del 1928, pubblicato pochi mesi prima della sua morte, Janáček racconta una sua visita nella regione natia: “Ecco perché sono qui a correggere le bozze della mia partitura di Danze dei Lachi. Con note e ritmi ho evocato la saletta stipata di gente dai volti rossi e sudati, ragazze, giovani uomini. Tutto si muove, s’inchina, rotea […] Voi tutti, torrentelli del paese dei Lachi, non vi affrettate forse da tempi immemorabili al ritmo di queste danze? In lode alla mia terra natia, la partitura andrà in giro per il mondo piena di note scintillanti, melodie scherzose, chiacchierone e contemplative. Che essa possa seminare allegria e portare il sorriso!”.

Chiuderà il programma la Sinfonietta, ultima opera per sola orchestra di Janáček e forse il suo lavoro più conosciuto. Eseguita la prima volta nel 1926, è un omaggio alla sua città: i cinque movimenti (Fanfare, Il castello, Il monastero della regina, La strada, Il municipio) descrivono strade e luoghi simbolici  di Brno, quasi a disegnarne una mappa sonora.
L’Orchestra di Santa Cecilia inaugura il 66° Festival dei Due Mondi di Spoleto

Interpreti

Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia
direttore Jakub Hrůša

soprani Corinne Winters, Louise Alder
baritono Roman Hoza

Programma

Leoš Janáček

La piccola volpe astuta
Suite (versione di Jakub Hrůša); con scene dall’opera originale

Danze dei Lachi
n. 3 Danza dell’incudine
n. 5 Danza del villaggio di Celadna
n. 6: Danza della sega

Sinfonietta

Chi organizza

Festival dei Due Mondi di SpoletoIl Festival dei Due Mondi… altro

Leggi Tutto

Concertisti Classica

cc_concertisti_classica_g_b_r
Ti potrebbe interessare
  • Da non perdere

    Approfondimenti

    Concerti

    Opera

    Stagione Concertistica

    Festival

    Arena di Verona Opera Festival

    Dal 7 Giugno al 7 Settembre ’24

    Festival Verdi di Parma e Busseto, XXIV Edizione

    Dal 21 Settembre al 20 Ottobre ’24

    LacMus Festival 2024

    Dal 9 Luglio al 21 Luglio ’24

    Bologna Festival 2024 – 43ª edizione

    Dal 18 Marzo al 6 Novembre ’24

    Lucca Classica X edizione

    Dal 24 AprileTerminato il 28 Aprile ’24

    Concorsi

    Notizie