Concertisti Classica, la musica classica in Italia
La Musica Classica in Italia
Cerca
Chiudi questa casella di ricerca.
Evento Speciale – Pasqua
Jordi Savall apre il 42° Bologna Festival con tre magnifici Stabat Mater
Il 2 aprile al Teatro Auditorium Manzoni con i suoi complessi Le Concert des Nations e la Capella Reial de Catalunya; il concerto è in programma anche sabato 1 al Teatro Valli di Reggio Emilia
Under 35 ridotti 10€, ridotti platea 50%  

Associazione Bologna Festival Onlus Presenta

“ 42° Bologna Festival 2023 – Grandi interpreti ”
Al limitare della Settimana Santa il Bologna Festival 2023 apre con tre fra le infinite intonazioni dello struggente Stabat Mater di Jacopone da Todi, proposto da una delle personalità musicali più rilevanti e originali dei nostri giorni, tra i principali artefici del ‘rinascimento’ della musica antica, Jordi Savall.

Protagonista della scena musicale internazionale da oltre 50 anni, gambista, violoncellista, ricercatore e musicologo oltreché direttore, Jordi Savall realizza progetti musicali che valorizzano i repertori più antichi e le culture più diverse, ricreando universi sonori di emozionante bellezza.

Un appuntamento imperdibile dunque, il concerto d’inaugurazione del 42° Bologna Festival e della rassegna Grandi Interpreti, domenica 2 aprile 2023 (ore 20.30) al Teatro Auditorium Manzoni: il maestro spagnolo, alla guida dei suoi complessi Le Concert des Nations e la Capella Reial de Catalunya, offrirà un prezioso  programma che accosta tre versioni, molto differenti tra loro, della celebre sequenza duecentesca Stabat Mater dolorosa del beato Jacopone da Todi.

Il frate umbro (1230/36 – 1306), del quale sono famose le Laudi, è tra i maggiori poeti del Medioevo italiano, e la più antica attestazione del suo Stabat Mater con notazione musicale si trova proprio a Bologna, in un codice di fine ‘200 del monastero femminile domenicano di Santa Maria Maddalena.

Si aprirà invece con un’intonazione seicentesca dei versi medievali il concerto della Domenica delle Palme guidato da Jordi Savall, quella purissima e di lineare semplicità, composta nel 1680 da Marc-Antoine Charpentier, per proseguire con la versione assai più elaborata di Domenico Scarlatti, scritto tra il 1715 e il 1719. Sorprendente per la sua densità polifonica, rivela un lato inedito dell’autore napoletano conosciuto soprattutto per le sue numerose sonate per clavicembalo. A chiusura del programma, lo Stabat Mater forse più noto, quello struggente di Giovanni Battista Pergolesi, scritto nel 1735 dal compositore appena ventiseienne ma già alla fine della sua brevissima vita. Piena di pathos e ricca di sentimenti, nella composizione si colgono tutte le novità stilistiche della scuola napoletana.

(Jordi Savall, foto Barbara Rigon; Le Concert des National, foto ©Teresa Llordes)
Jordi Savall apre il 42° Bologna Festival con tre magnifici Stabat Mater

Interpreti

La Capella Reial de Catalunya
Le Concert des Nations

Jordi Savall direttore

Programma

Marc-Antoine Charpentier
Stabat Mater pour des Religieuses H.15

Domenico Scarlatti
Stabat Mater in do minore

Giovanni Battista Pergolesi
Stabat Mater P.77

Elionor Martínez soprano
Lara Morgermezzosoprano

Chi organizza

Bologna FestivalIl festival si compone di… altro

Leggi Tutto

Concertisti Classica

cc_concertisti_classica_g_b_r
Ti potrebbe interessare
  • Da non perdere

    Approfondimenti

    Concerti

    Opera

    Stagione Concertistica

    Festival

    Arena di Verona Opera Festival

    Dal 7 Giugno al 7 Settembre ’24

    Festival Verdi di Parma e Busseto, XXIV Edizione

    Dal 21 Settembre al 20 Ottobre ’24

    LacMus Festival 2024

    Dal 9 Luglio al 21 Luglio ’24

    Bologna Festival 2024 – 43ª edizione

    Dal 18 Marzo al 6 Novembre ’24

    Lucca Classica X edizione

    Dal 24 AprileTerminato il 28 Aprile ’24

    Concorsi

    Notizie