Concertisti Classica, la musica classica in Italia
La Musica Classica in Italia
Cerca
Chiudi questa casella di ricerca.
Articolo
Il Violino Guarneri ‘Baltic’ Venduto All’Asta per $9,44 Milioni
Un violino straordinario, creato dal celebre liutaio Giuseppe ‘del Gesù’ Guarneri nel 1731, ha raggiunto un prezzo strabiliante di $9.44 milioni (€8.75 milioni) all’asta negli Stati Uniti.
Un violino straordinario, creato dal celebre liutaio Giuseppe ‘del Gesu’ Guarneri nel 1731, è stato venduto all’asta negli Stati Uniti per la cifra record di $9,44 milioni, diventando il terzo strumento più costoso mai venduto all’asta e il Guarneri più costoso mai venduto.

Conosciuto come il Guarneri ‘Baltic’, questo strumento è stato venduto da Tarisio (https://tarisio.com) il 16 marzo. Il prezzo di vendita ha più che raddoppiato il precedente record per uno strumento Guarneri venduto all’asta. Il ‘Baltic’ faceva precedentemente parte della collezione di famiglia dell’uomo d’affari asiatico-americano e musicista Sau-Wing Lam (1923-1988), noto anche per il suo sostegno ai giovani musicisti.

Carlos Tomé, direttore e responsabile delle vendite di Tarisio, ha dichiarato: “Vendere questo straordinario violino per quasi il triplo del precedente record d’asta per un Guarneri dimostra la forte domanda globale per strumenti musicali rari e storici. Siamo lieti di essere stati incaricati della vendita del ‘Baltic’ e di celebrare l’eredità di Sau-Wing Lam, uno dei grandi benefattori e collezionisti nel campo della musica classica.”

Il ‘Baltic’ è stato già esposto, insieme ad altri 25 violini Guarneri, in una mostra del 1994 dedicata all’opera di Guarneri presso il Metropolitan Museum of Art di New York. Il catalogo di quella mostra sottolineava che il ‘Baltic’ rappresenta “il primo frutto di nuove idee, annunciando una nuova fase nella carriera del Guarneri.”

Se si considerano le vendite private, tuttavia, il Guarneri più costoso mai venduto è il ‘Vieuxtemps’, che ha raggiunto oltre $15,9 milioni in una vendita privata nel 2013. Quello strumento è ora suonato dalla violinista Anne Akiko Meyers, che lo ha in prestito a vita.

Un altro famoso strumento Guarneri è il violino ‘Kreisler’ del 1741, così chiamato perché il famoso violinista Fritz Kreisler ne fu proprietario (dal 1904 al 1917). Non va confuso con il Guarneri ‘Kreisler’ del 1733, un altro ‘del Gesù’ precedentemente posseduto da Kreisler e ora di proprietà della Library of Congress a Washington DC.

C’è dell’altro

Nella foto, la violinista Lisa Batiashvili suona il ‘Baltic’ che sarà messo all’asta il 15-16 marzo presso Tarisio New York.

Altre informazioni

Il violino Guarneri del Gesù, noto come “Baltic”, è un tesoro della liuteria italiana, un capolavoro scolpito dal talento e dal temperamento del giovane Guarneri del Gesù.

La storia di questo strumento eccezionale è conosciuta fin dal XX secolo. Appartenuto all’antica famiglia baltica Giese, ha attraversato oceani e continenti, passando di mano in mano tra collezionisti, musicisti e liutai. Dal liutaio Phillip Hammig a Walter Sochaczeski, da E. Clem Wilson a Irving Levick, ogni proprietario ha lasciato un segno nella storia di questo strumento.

Nel 1971, il “Baltic” entrò nella collezione del californiano George Gade, accanto ad altri capolavori come lo Stradivari “Cessol”. Fu poi acquistato dal famoso solista canadese Steve Starzy, che lo utilizzò per numerosi concerti ed incisioni. Il Guarneri “Baltic” è diventato un’icona, fotografato sulla copertina dell’album “Maestri dell’archetto, Baton Series” e pubblicato nel volume di Walter Hamma “Maestri Liutai Italiani”, sebbene con una datazione errata del 1730. Nel 1994, fu esposto al Metropolitan Museum of Art di New York nella mostra “Capolavori di Guarneri del Gesù”, e attualmente è in esposizione nella mostra “Rare Italian Stringed Instruments from the Sau-Wing Lam Collection” fino al 30 giugno.

Il violino si distingue per la sua marezzatura ampia e il fondo in acero con taglio radiale. La tavola armonica, realizzata in abete rosso, presenta una venatura regolare, mentre l’acero del riccio e delle fasce superiori ha toni omogenei. Splendidamente conservato, il “Baltico” presenta ancora la vernice originale di colore rosso bruno su fondo dorato. È una straordinaria testimonianza del lavoro giovanile di Guarneri del Gesù, con caratteri distintivi unici, come la tavola superiore realizzata con due differenti pezzi di abete e il riccio realizzato dal liutaio stesso e non dal padre.

Il violino Giuseppe Guarneri del Gesù, Cremona, 1731 ex “Baltic” è più di uno strumento musicale; è un pezzo di storia, un’opera d’arte, e una testimonianza vivente della maestria e dell’innovazione nella liuteria italiana.

Concertisti Classica

Per Saperne di Più

Articolo

Andrea Amati: un punto di svolta nella storia della liuteria

Il violino ha radici profonde nella tradizione liutaria italiana del . . .



  • Da non perdere

    Approfondimenti

    Concerti

    Opera

    Stagione Concertistica

    Festival

    Arena di Verona Opera Festival

    Dal 7 Giugno al 7 Settembre ’24

    Festival Verdi di Parma e Busseto, XXIV Edizione

    Dal 21 Settembre al 20 Ottobre ’24

    LacMus Festival 2024

    Dal 9 Luglio al 21 Luglio ’24

    Bologna Festival 2024 – 43ª edizione

    Dal 18 Marzo al 6 Novembre ’24

    Lucca Classica X edizione

    Dal 24 Aprile al 28 Aprile ’24

    Concorsi

    Notizie