Concertisti Classica, la musica classica in Italia
La Musica Classica in Italia
Cerca
Chiudi questa casella di ricerca.
News
Il Teatro San Carlo di Napoli lancia il suo primo videogame: “Munaciello”
Ispirato agli anni ’80, il gioco per smartphone e tablet punta a coinvolgere i giovani suscitando divertimento e curiosità
Il più antico tra i teatri lirici in attività è il primo a lanciare un videogame: il Teatro San Carlo di Napoli presenta  ‘MunacielloThe San Carlo Theatre Adventure’, un gioco per smartphone e tablet che mira a coinvolgere i giovani, appassionandoli al mondo dell’opera e del teatro attraverso il gaming.

Sviluppato in collaborazione con Stranogene srl e scaricabile gratuitamente sia per Apple che Android, ‘Munaciello’ è dedicato alla storia del San Carlo, alla musica e alle opere, agli artisti e personaggi che lo hanno animato. A dare il nome al gioco è il leggendario spiritello, di volta in volta benefico o dispettoso, figura  notissima del folclore partenopeo.

Ispirato ai videogame degli anni ’80,‘Munaciello’ è suddiviso in quattro “mondi” di 5 livelli ciascuno all’interno dei quali si muove il protagonista di questa avventura, ovvero Faustino, che si imbatterà in personaggi legati alla storia del teatro tra cui: Carlo III di Borbone, Domenico Barbaja, Gioachino Rossini, Fanny Tacchinardi e Gaetano Donizetti.

Faustino è un giovane orfano del conservatorio morto nel 19° secolo, che si risveglia sotto forma di fantasma nel teatro del 2024. Il teatro, che è una creatura senziente, gli comunica di averlo chiamato perché ha bisogno del suo aiuto: qualcuno, o qualcosa lo ha infettato, non riesce più a controllare la sua stessa architettura e non trova i suoi ricordi.

Faustino si sente totalmente impreparato ad essere un eroe, a stento controlla la sua nuova condizione di fantasma che può fluttuare attraverso i muri e spostare oggetti con la telecinesi. È sempre stato un bambino timido e ansioso, ma non ha alternative, deve aiutare il San Carlo a rimuovere le porzioni di codice corrotte e liberare così i suoi ricordi. Con lui c’è un team di specialisti del paranormale, intrappolato come Faustino nella struttura dopo essersi infiltrato nel San Carlo sotto mentite spoglie con l’obiettivo di catturare ciò che loro pensano sia il poltergeist responsabile dell’infestazione. Dotati di fotocamere speciali montate su minuscoli droni, il team è in grado di scattare delle foto che effettivamente catturano spiriti, fantasmi e poltergeist. Faustino, che è terrorizzato dai droni e dai cacciatori, deve quindi stare attento a non entrare nel campo visivo delle fotocamere.

Ma il teatro è dalla sua parte – il San Carlo, infatti, nonostante sia malato e confuso, riesce comunque a comunicare con Faustino, suggerendogli come utilizzare i suoi poteri e indicandogli la strada. In questo modo, Faustino esplora l’intero teatro, dal foyer ai palchetti al golfo mistico, liberando man mano i “ricordi”, che altro non sono che gli artisti, i musicisti e i personaggi, sia immaginari che reali, che nel corso dei secoli lo hanno popolato.

La narrazione naturalmente è accompagnata da musica, quella scritta per il San Carlo, e quella dei capolavori più volti andati in scena sulle tavole del suo glorioso palcoscenico. Un modo per stuzzicare la curiosità sulla storia del melodramma, divertendo ad ogni età.

Collegato

Fonte: Comunicato stampa

  • Da non perdere

    Approfondimenti

    Concerti

    Opera

    Stagione Concertistica

    Festival

    101° Arena di Verona Opera Festival 2024

    Dal 7 Giugno al 7 Settembre ’24

    Festival Verdi di Parma e Busseto, XXIV Edizione

    Dal 21 Settembre al 20 Ottobre ’24

    LacMus Festival 2024

    Dal 9 Luglio al 21 Luglio ’24

    Bologna Festival 2024 – 43ª edizione

    Dal 18 Marzo al 6 Novembre ’24

    Lucca Classica X edizione

    Dal 24 AprileTerminato il 28 Aprile ’24

    Concorsi

    Notizie