Concertisti Classica

La Musica Classica in Italia

Festival Pianistico Fausto Zadra 2023 | XIII edizione • Corato e Cellamare
Sono quindici concerti proposti dalla rassegna pianistica pugliese, nel cartellone spiccano i nomi di Emanuele Arciuli e Daniel Rivera
Torna il Festival Pianistico Fausto Zadra, che presenta la XIII edizione a Corato e Cellamare dal 27 agosto al 19 ottobre 2023.  Quindici i concerti in programma, con la partecipazione di artisti di fama internazionale e giovani talenti: tra i grandi interpreti, Emanuele Arciuli, il maestro argentino Daniel Rivera (che terrà anche una masterclass di perfezionamento), il concertista russo Albert Mamriev.

Il cartellone impaginato dal direttore artistico e ideatore del Festival, il noto concertista e didatta pugliese Filippo Balducci, è punteggiato con originalità dal filo rosso degli anniversari ricorrenti quest’anno, ai quali sono dedicati omaggi inseriti all’interno di ciascun programma, mantenendone la varietà.

Particolare attenzione sarà dunque dedicata a Sergej Rachmaninov nel 150° della nascita, a Sergej Prokofiev e  Francis Poulenc, rispettivamente nel 70° e 60° anniversario della loro scomparsa: un omaggio a tre figure fondamentali della storia musicale del ‘900. Un ricordo sarà dedicato anche a Salvador Allende a cinquant’anni dalla morte e Dizzy Gillespie nel trentennale della scomparsa, ma saranno tanti i grandi compositori che si ascolteranno nella ricca programmazione che spazia dal pianorécital alla musica da camera al jazz.

Il Programma

Il Festival prende avvio con la masterclass di perfezionamento pianistico tenuta da Daniel Rivera (27 – 31 agosto), ed entra nel vivo con il concerto finale offerto dai migliori allievi il 31 agosto (ore 21) a Corato, nel Chiostro del Palazzo di Città.

Il settembre nello stesso luogo, Daniel Rivera si esibirà a quattro mani con Filippo Balducci, direttore artistico del Festival, in un entusiasmante viaggio musicale Da Mozart al tango, comprendente un omaggio a Sergej Rachmaninov nel 150° della nascita.

Il 2 settembre sarà la volta di Emanuele Arciuli, pianista particolarmente dedito alla musica contemporanea, e tra i massimi conoscitori del repertorio americano; ricorderà Salvador Allende a cinquant’anni dalla morte con una selezione da People United Will Never Be Defeated!, le trentasei variazioni scritte dal compositore americano Frederic Rzewski sulla canzone di Sergio Ortega, El pueblo unido jamás será vencido, diventata un simbolo della resistenza cilena. Il concerto prosegue con una selezione di rarità, brani americani contemporanei tra cui alcuni dedicati proprio ad Arciuli.

A seguire, spazio alle giovani Eccellenze del Conservatorio Piccinni con un doppio appuntamento, il 3 settembre a Corato e il 5 settembre al Castello Caracciolo di Cellamare: il giovanissimo pianista Andrea Simone De Nicolò, appena sedicenne e già vincitore di numerosi concorsi nazionali ed internazionali, si esibirà nel concerto impaginato come Omaggio a Rachmaninov e Prokofiev in occasione dei rispettivi anniversari.

Non manca il Jazz con il Sandro Savino Piano Trio, di scena il 6 settembre a Cellamare e il 7 settembre a Corato. Il trio pugliese capitanato dal pianista Sandro Savino, con il bassista Pierluigi Balducci e il batterista Pippo D’Ambrosio, propone un viaggio tra gli standard internazionali e un ricordo di Dizzy Gillespie nel trentennale della scomparsa.

Due concerti – il primo in doppia replica – sono dedicati alla grande musica da camera, con il pianoforte affiancato prima al flauto e poi al violino: l’8 settembre a Corato e il 9 settembre a Cellamare il flautista Giuseppe Nova e il pianista Raffaele Maisano presentano Il flauto che canta, con un Omaggio a Francis Poulenc a sessant’anni dalla morte. Accanto alla Sonata del compositore francese, il programma include brani di Mozart e Donizetti e due pezzi celeberrimi come la Méditation da Thäis di Massenet e l’Habanera dalla Carmen di Bizet.

Il 10 settembre nel Chiostro del Palazzo di Città a Corato si esibirà il duo composto dal violinista Carmelo Andriani e dal pianista Pierluigi Camicia: Cantabilità e passione dal barocco al ‘900 è il titolo della serata, che celebrerà in particolare Poulenc e Rachmaninov.

L’11 settembre sempre a Corato, è in calendario il recital Un secolo di Romanticismo del pianista russo Albert Mamriev, che eseguirà musiche di Schubert e omaggerà Rachmaninov con gli Études-Tableaux op. 33.

Infine, a conclusione della prima parte del Festival, il 15 settembre a Cellamare (Castello Caracciolo) ancora un appuntamento con le Eccellenze del Conservatorio Piccinni: Ludovica Aurelia Fanelli (violino), Michela Cioce (violoncello) e Giulio Mareschi (pianoforte) metteranno a confronto il Trio n. 1 op. 8 di Brahms e il Trio Elegiaco n. 1 di Rachmaninov.

In coda di programmazione, il 17 ottobre all’Auditorium Ronchi di Cellamare e il 18 ottobre al Teatro Comunale di Corato sarà presentata in matinée (ore 11) la celebre favola musicale Pierino e il lupo di Prokofiev con le pianiste Gemma Dibattista e Marilena Liso, la voce narrante di Patrizia Labianca e le illustrazioni di Andrea Buongiorno.

Il Festival Pianistico Fausto Zadra 2023 si concluderà il 19 ottobre al Teatro Comunale di Corato con il concerto del pianista pugliese Vitantonio Caroli, in omaggio al polistrumentista e compositore coratino Antonio Molinini, allievo del premio Oscar Luis Bacalov, scomparso a soli quarant’anni nel 2021.  
Festival Pianistico Fausto Zadra 2023 | XIII edizione • Corato e Cellamare

Evento Collegato

Ti potrebbe interessare

concertisti-classica-logo-80
ADV-G2
Ti potrebbe interessare
  • Condividi

    Da non perdere

    Approfondimenti

    Concerti

    Opera

    Stagione Concertistica

    Festival

    Concorsi

    Notizie