Concertisti Classica, la musica classica in Italia
La Musica Classica in Italia
Cerca
Chiudi questa casella di ricerca.
@ Festival
Festival Internazionale di Musica e Arte Sacra 2023 | XXII edizione • Roma e Vaticano
Capolavori della musica sacra dal ‘500 al ‘900 con artisti e compagini di levatura internazionale nelle basiliche e chiese di Roma, per la prima volta anche al Pantheon; in chiusura, un omaggio a Giacomo Carissimi nel 350° della scomparsa
A Roma torna l’atteso Festival Internazionale di Musica e Arte Sacra, appuntamento fisso dell’autunno capitolino: la XXII edizione è in programma  dal 4 al 7 novembre 2023 negli scenari suggestivi delle Basiliche Papali di San Pietro in Vaticano, Santa Maria Maggiore, San Paolo fuori le Mura, nella Chiesa di Sant’Ignazio di Loyola in Campo Marzio, e – per la prima volta quest’anno – in un luogo di culto di straordinaria bellezza che ha attraversato secoli e civiltà, il Pantheon. Organizzato dalla Fondazione Pro Musica e Arte Sacra presieduta da Hans Albert Courtial, il Festival affida la sua ricca programmazione a solisti, orchestre, cori e direttori di levatura internazionale, spaziando attraverso un vasto repertorio di musica sacra e liturgica dal Cinquecento al Novecento, con l’esecuzione di capolavori assoluti della musica di tutti i tempi come la Messa dell’Incoronazione e il Requiem di Mozart o la Nona di Beethoven. In chiusura, un omaggio al compositore e musicista Giacomo Carissimi, gesuita romano, a 350 anni dalla morte.

Cinque gli appuntamenti previsti, tutti ad ingresso libero.

Il Programma

Il Festival Internazionale di Musica e Arte Sacra 2023 apre sabato 4 novembre (ore 12), come da tradizione nella Basilica di San Pietro in Vaticano: la Messa celebrata dal Cardinale Angelo Comastri avrà un nutrito accompagnamento musicale. Torna al Festival, a cui partecipa dal 2013, il direttore giapponese Tomomi Nishimoto con il suo IlluminArt Chorus formato da voci giapponesi e di altri paesi asiatici, affiancato dall’Orchestra di Roma che raccoglie alcuni dei migliori musicisti provenienti dalle più importanti orchestre italiane. Eseguono la Messa dell’Incoronazione K. 317 di Mozart e alcuni brani sacri di Giulio Caccini. Al Coro del Vicariato VaticanoBasilica di San Pietro diretto da Temistocle Capone spetta invece l’esecuzione di brani liturgici di Lorenzo Perosi, esponente di spicco del movimento ceciliano, e di Domenico Bartolucci, cui si affiancano due compositori tedeschi, Wolfgang Joseph Emmerig e Moritz Brosig.

Nella serata del 4 novembre (ore 21) il primo concerto del Festival è in programma al Pantheon con l’esecuzione della Missa Redemptionis a otto voci che Lorenzo Perosi dedicò a Pio XI per la chiusura dell’Anno Santo straordinario del 1933, affidata all’Ensemble vocale e strumentale Guillou Consort, giovane formazione veneta nata tre anni fa, diretta da Mons. Valentino Miserachs Grau.

Domenica 5 novembre (ore 21) l’appuntamento è alla Basilica Papale di San Paolo fuori le Mura con Tomomi Nishimoto alla guida dell’Orchestra di Roma e dell’IlluminArt Chorus per la Sinfonia n. 9 in re minore op. 125 di Beethoven, capolavoro di tutti i tempi, inno alla fratellanza universale, che l’Unesco ha voluto inserire nel patrimonio universale dell’umanità. Voci soliste Rossana Cardia (soprano), Chiara Chialli (mezzosoprano), Delfo Paone (tenore), Ferruccio Finetti (basso).

Lunedì 6 novembre (ore 21), nella cornice della Basilica di Santa Maria Maggiore, gradito ritorno al festival anche per il Coro e Orchestra della Cappella Ludovicea, ensemble musicale ufficiale dei Pii Stabilimenti della Francia a Roma e Loreto sotto l’alto patronato dell’Ambasciata di Francia presso la Santa Sede, e del Coro della Venerabile Cappella Musicale Liberiana diretti da Ildebrando Mura. Programma tutto mozartiano, con l’esecuzione del celeberrimo Requiem in re minore K. 626 e il mottetto Ave Verum Corpus K. 618; internazionale il cast, con le voci soliste di Pia-Marie Nilsson (soprano), Debora Beronesi (mezzosoprano), Rodrigo Ortiz (tenore) e Andrea D’Amelio (basso).

Martedì 7 novembre (ore 21) il XXII Festival Internazionale di Musica e Arte Sacra chiuderà con un concerto sotto la celebre volta affrescata della Chiesa di Sant’Ignazio di Loyola in Campo Marzio: insieme alla Cappella Musicale di Santa Maria dell’Anima, l’Ensemble Seicentonovecento diretto al cembalo dal suo fondatore, Flavio Colusso, eseguirà musiche di Giacomo Carissimi, gesuita e compositore tra i più celebri della Roma del ‘600, definito anche Maestro dell’Europa musicale. Il concerto sarà un’ideale anticipazione delle celebrazioni per il 350° anniversario della morte del compositore, avvenuta a Roma nel 1674. Il programma, intitolato L’Esercizio dell’Oratorio, presenta gli oratori, di rarissimo ascolto, Sponsa Canticorum  «Dialogo a 4» e Vanitas vanitatum «Contemptus mundi», con voci soliste specializzate nel repertorio barocco. A inframmezzare i due oratori la meditazione spirituale tratta dal Quaresimale di Paolo Segneri SJ (1624-1694).

(Foto: Ufficio Stampa Fondazione Pro Musica e Arte Sacra)

Altre informazioni d’interesse

Questo mondo nel quale viviamo ha bisogno di bellezza per non sprofondare nella disperazione. La bellezza, come la verità, è ciò che infonde gioia al cuore degli uomini, è quel frutto prezioso che resiste al logorio del tempo, che unisce le generazioni e le fa comunicare nell’ammirazione“, queste le parole di Papa Paolo VI – rivolte agli artisti nel 1965 nel discorso di chiusura del Concilio Vaticano II – che ispirano il Festival.

Biglietteria

L’ingresso ai concerti è libero e gratuito fino ad esaurimento dei posti. È possibile prenotare un posto compilando il modulo di registrazione sul sito www.promusicaeartesacra.lineamenta.org
Festival Internazionale di Musica e Arte Sacra 2023 | XXII edizione • Roma e Vaticano

Concertisti Classica

  • Da non perdere

    Approfondimenti

    Concerti

    Opera

    Stagione Concertistica

    Festival

    Arena di Verona Opera Festival

    Dal 7 Giugno al 7 Settembre ’24

    Festival Verdi di Parma e Busseto, XXIV Edizione

    Dal 21 Settembre al 20 Ottobre ’24

    LacMus Festival 2024

    Dal 9 Luglio al 21 Luglio ’24

    Bologna Festival 2024 – 43ª edizione

    Dal 18 Marzo al 6 Novembre ’24

    Lucca Classica X edizione

    Dal 24 AprileTerminato il 28 Aprile ’24

    Concorsi

    Notizie