Concertisti Classica, la musica classica in Italia
La Musica Classica in Italia
Cerca
Chiudi questa casella di ricerca.
@ Festival
Festival Internazionale di Musica di Portogruaro 2023 – 41ª edizione
‘Multiversi’ é il tema di quest’edizione, la terza firmata da Alessandro Taverna: un dinamico cartellone che spazia attraverso i secoli fino alla contemporaneità e che include per la prima volta un’opera lirica
Multiversi è il titolo scelto dal Direttore artistico Alessandro Taverna per il 41° Festival Internazionale di Musica di Portogruaro, che si terràdal 25 agosto all’8 settembre 2023 in diversi spazi cittadini –  il Teatro Comunale Russolo, il Palazzo del Moro, il Collegio Marconi – e in varie località del Veneto orientale, tra cui Bibione, Caorle, Concordia Sagittaria.

Organizzato dalla Fondazione Musicale Santa Cecilia, il Festival di Portogruaro nel 2023 celebra il 40° anno di attività, un traguardo di rilievo per l’articolata e multiforme rassegna che ha saputo conquistarsi notorietà e prestigio, tali da convogliare a nella bella cittadina veneta un cospicuo numero di musicisti, docenti, studenti e appassionati di musica.

Dopo Ouverture e Specchi, è Multiversi il tema del festival 2023, il terzo firmato da Alessandro Taverna, pianista di profilo internazionale attivo sui maggiori palcoscenici dei mondo.“Multiverso” è il termine usato dagli scienziati per descrivere l’idea che possano esistere altri universi al di là di quello osservabile. Il tempo e lo spazio che conosciamo non sono dunque l’unica realtà possibile, e il concetto dei multiversi in musica spinge ad indagarne le diverse declinazioni, non solo quelle della tradizione strumentale e sinfonica, ma anche la dimensione teatrale e scenica, le espressioni della contemporaneità, la musica prebarocca e quella sconfinante in generi non prettamente classici.

Il cartellone del Festival Internazionale di Musica di Portogruaro 2023 offre infatti un ricco ventaglio di proposte, tra nuove occasioni di ascolto, approfondimenti musicali e qualche novità. Diciassette i concerti che animeranno la ‘piccola Venezia’ sulle rive del Lémene, dove si daranno appuntamento celebri solisti internazionali e sei orchestre tra le più rinomate d’Italia.

Il Programma

Per la prima volta il Festival presenta una produzione d’opera, Don Giovanni di Mozart, omaggio a Lorenzo Da Ponte e al suo legame con Portogruaro: straordinario librettista della trilogia mozartiana, Da Ponte trascorse anni importanti della sua formazione e della sua esistenza in città. Fu allievo e poi professore di retorica e vicerettore presso il Seminario Vescovile, oggi Collegio Marconi, e a Portogruaro ricevette anche l’ordinazione sacerdotale nel 1773.

Ed è proprio Don Giovanni ad inaugurare il 41° Festival Internazionale di Musica di Portogruaro, il 25 agosto 2023 (ore 20) al Teatro Comunale Luigi Russolo. Il nuovo allestimento si inserisce nell’iniziativa ‘Da Ponte Day’ ed è realizzato in coproduzione con il Teatro Sociale di Rovigo e con la Stagione di CortinaTeatro. Sul podio dell’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta sale Massimo Raccanelli, mentre sarà protagonista nel ruolo del titolo Christian Federici, baritono triestino formatosi proprio a Portogruaro. Il cast vocale annovera poi le voci del basso Rocco Cavalluzzi per Leporello, dei soprani Maria Novella Malfatti e Valentina Mastrangelo per Donna Anna e Donna Elvira, mentre Carlo Malinverno sarà Il Commendatore, Gillen Munguíam Don Ottavio, Francesco Toso, Masetto e Mariachiara Ardolino, Zerlina.

Un’altra novità rilevante del cartellone 2023 sarà la prima esecuzione assoluta di un nuovo brano del compositore Carlo Boccadoro, appositamente commissionato dal Festival: il Concerto n. 2 per pianoforte e orchestra sarà proposta il 5 settembre al Teatro Russolo di Portogruaro con la direzione dello stesso autore, alla guida dell’Orchestra da Camera di Mantova, solista al pianoforte il direttore artistico Alessandro Taverna. Nella stessa serata, che si apre e chiude con Mozart, sarà proposta anche un altro, pezzo in prima esecuzione, Sinfonietta di Mauro Montalbetti.

La ricca programmazione del Festival sarà punteggiata dalla presenza di rinomati artisti della scena concertistica internazionale, a cominciare dal violoncellista Pablo Ferrández che per la prima volta si unirà in Trio con il violinista Giovanni Andrea Zanon e con lo stesso Alessandro Taverna al pianoforte. (Multivolti dell’Ottocento, pagine di Brahms e Mendelssohn, il 2 settembre al Teatro Russolo).

Tra gli appuntamenti più originali e sorprendenti dell’edizione 2023 figura il concerto dedicato alla musica dei videogames, Medium videoludico per percussioni e live electronics, che vede impegnato il duo formato da Alessandro Perissinotto alle percussioni e Davide Ferrario all’elettronica, musicista che ha lavorato a fianco di Franco Battiato e oggi è il producer di Max Pezzali. (7 settembre, Giardino di Palazzo Altan Venanzio)

Da citare ancora l’Opter Ensemble, composto da Guglielmo Pellarin, corno – Francesco Lovato, violino – Federico Lovato, pianoforte, che proporrà un omaggio al grande compositore ungherese György Ligeti nel centenario della nascita. (28 agosto, Palazzo Dal Moro);

Le quattro stagioni di Vivaldi nella particolare versione per quattro pianoforti di Nicolas Economou, interpretate dai pianisti Gloria CampanerAlberto NoséRoberto Plano e Francesca Sperandeo (29 agosto, Teatro Russolo);

il Concerto all’alba, che vedrà protagonisti l’ensemble L’Appassionata insieme al flautista Tommaso Benciolini su musiche di Bach e Vivaldi (3 settembre, Chiostro del Collegio Marconi).

Per il Concerto di chiusura, l8 settembre al Teatro Russolo, è atteso il giovane violoncellista Ettore Pagano, tra le rivelazioni più entusiasmanti degli ultimi anni, solista nel Concerto di Dvořák con l’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento diretta da Donato Renzetti. Nell’occasione al giovane concertista sarà consegnato il Premio Santa Margherita “Nuove Carriere”.

Oltre ai concerti nei luoghi simbolo di Portogruaro, come da tradizione il Festival si estenderà in alcune località del Veneto orientale: dal concerto in Piazza a Bibione, con l’ensemble di tromboni  Slide&Friends diretto da Simon Hogg (26 agosto), al gruppo cameristico formato dai docenti delle Masterclass di strumento presso l’Abbazia di Summaga di Portogruaro (27 agosto); dal Duo chitarra-soprano Aurora Martini e Alessandro Dominguez nella Chiesa di San Tommaso di Bagnara di Gruaro (30 agosto), al concerto del Coro Polifonico di Ruda diretto da Fabiana Noro, con Ferdinando Mussutto al pianoforte e Gabriele Rampogna alle percussioni, presso la Cattedrale S. Stefano Protomartire a Concordia Sagittaria (31 agosto).

Altre informazioni d’interesse

Il Festival come di consueto propone dei momenti di approfondimento,  con il ciclo di incontri Penombre: quest’anno ne saranno protagonisti Marco Maria Tosolini, docente di Storia della Musica al Conservatorio “G. Tartini” di Trieste (23 agosto), Angelo Foletto, critico musicale de La Repubblica (25 agosto), il compositore Carlo Boccadoro (5 settembre) e il vicedirettore del Corriere della Sera Luciano Ferraro (8 settembre).

Biglietteria

Alcuni concerti sono ad ingresso libero; é previsto un biglietto per i concerti del 28 agosto e 2, 5, 8 settembre (intero 25 € ) e per l’opera DonGiovanni il 25 agosto (intero 40 – 45 €)

Ti potrebbe interessare

Ti potrebbe interessare

Ettore Pagano𝄞 Violoncello

Leggi Tutto
Donato Renzetti𝄞 Direttore d’orchestra

Leggi Tutto
Festival Internazionale di Musica di Portogruaro 2023 – 41ª edizione

Concertisti Classica

  • Da non perdere

    Approfondimenti

    Concerti

    Opera

    Stagione Concertistica

    Festival

    Arena di Verona Opera Festival

    Dal 7 Giugno al 7 Settembre ’24

    Festival Verdi di Parma e Busseto, XXIV Edizione

    Dal 21 Settembre al 20 Ottobre ’24

    LacMus Festival 2024

    Dal 9 Luglio al 21 Luglio ’24

    Bologna Festival 2024 – 43ª edizione

    Dal 18 Marzo al 6 Novembre ’24

    Lucca Classica X edizione

    Dal 24 AprileTerminato il 28 Aprile ’24

    Concorsi

    Notizie