Concertisti Classica, la musica classica in Italia
La Musica Classica in Italia
Cerca
Chiudi questa casella di ricerca.
“Dipingere con le note”, l’Orchestra Sinfonica di Milano diretta da Yoel Gamzou accosta musica e pittura
In programma i celeberrimi Quadri di un’esposizione di Musorgskij e la Sinfonia Mathis der Maler (“Mathis il pittore”) di Paul Hindemith
Riduzioni Under 35, Over 60, Convenzioni

Orchestra Sinfonica di Milano Presenta

“ Stagione 2023 – 24 | Sinfonica ”
L’Orchestra Sinfonica di Milano presenta un altro bel concerto a tema, venerdì 3 e domenica 5 maggio 2024 all’Auditorium di Largo Mahler: “Dipingere con le note” si intitola il programma diretto da Yoel Gamzou, classe 1987, attualmente Direttore Artistico e Direttore Principale della International Mahler Orchestra (IMO).

La pittura è dunque i filo rosso che lega i due brani in scaletta, l’uno celeberrimo  – i Quadri di un’esposizione di Modest Musorgski – l’altro una preziosa rarità per il più vasto pubblico, la Sinfonia Mathis der Maler (“Mathis il pittore”) di Paul Hindemith.

Non necessitano di presentazioni i Quadri di un’esposizione, la meravigliosa partitura di Musorgskij, scritta nel 1874 come suite per pianoforte e poi orchestrata da Ravel nel 1922: ispirata dai disegni e acquerelli dell’amico Viktor Hartmann, la composizione offre infiniti motivi di interesse strumentale, sfruttando un’ampia gamma di risorse timbriche del pianoforte fino ad allora non considerate. Musorgskij “dipinge” con le note, rievocando in musica i soggetti dei diversi quadri, collegati con grande abilità da un elemento ricorrente, le Promenades, passeggiate appunto, da immaginare come lo spostamento del visitatore da un quadro all’altro.

Il pezzo, diventato popolarissimo, ha anche fatto da ponte tra la musica classica e altri generi: l’esempio più lampante è costituito da Pictures at an Exhibition, rivisitazione in chiave rock degli Emerson, Lake & Palmer datata 1971.

Con la seconda parte del programma si passa dalla Russia dell’800 al 900 tedesco, o meglio, al Cinquecento trasfigurato dalla modernità. Per Paul Hindemith la Riforma protestante è tematica di grande interesse, e proprio da questa inclinazione vede i natali nel 1935 un’opera intitolata Mathis der Maler, ovvero “Mathis il pittore”, liberamente ispirata alla figura del grande artista Matthias Grünewald, e rappresenta una sofisticata riflessione sul ruolo dell’artista nella società.

Siamo nel 1525, e, durante la guerra dei contadini tedeschi, il pittore Mathis lotta per la libertà artistica, messa a dura prova durante il clima repressivo di quel periodo. L’anno della genesi dell’opera, il 1935, è evidente indizio per comprendere la critica che Hindemith cela all’interno della storia, denunciando indirettamente l’oppressione dei diritti di espressione messa in atto dal regime nazista.

Stilisticamente, quasi creando un corrispettivo formale dell’estetica del periodo rappresentato, Hindemith si allontana dagli stilemi connotanti fino a quel momento la sua scrittura, fatta di politonalità, modi importati dal Jazz e una strumentazione spesso aspra, in linea con la tendenza moderna. Nella Sinfonia di Mathis der Maler, eseguita per la prima volta nel 1934, Hindemith predilige una linearità melodica, echi di un antico contrappunto e utilizzando un’armonia prevalentemente tonale.

In Evidenza

Venerdì 3 maggio alle ore 18.30 si terrà una conferenza introduttiva nel Foyer della Balconata, intitolata “Creazione. L’arte nella musica di Hindemith e Musorgskij”. Relatrice Ioana Hadarig.
“Dipingere con le note”, l’Orchestra Sinfonica di Milano diretta da Yoel Gamzou accosta musica e pittura

Altre informazioni di interesse

Per l’occasione, l’Orchestra Sinfonica di Milano ospita in sala il gruppo Urban Sketchers Milano, realtà attiva dal 2008 che riunisce persone che amano raccontare la propria città e il mondo attraverso l’osservazione diretta e schizzi (sketch) realizzati sul posto.

Interpreti

Orchestra Sinfonica di Milano
Yoel Gamzou direttore

Programma

Paul Hindemith
Mathis der Maler, Sinfonia

Modest Musorgskij
Quadri di un’esposizione (orch. Ravel)

Repliche

3 maggio 2024 ore 20
5 maggio 2024 ore 16

Chi organizza

Concertisti Classica

cc_concertisti_classica_g_b_r
Ti potrebbe interessare
  • Da non perdere

    Approfondimenti

    Concerti

    Opera

    Stagione Concertistica

    Festival

    Arena di Verona Opera Festival

    Dal 7 Giugno al 7 Settembre ’24

    Festival Verdi di Parma e Busseto, XXIV Edizione

    Dal 21 Settembre al 20 Ottobre ’24

    LacMus Festival 2024

    Dal 9 Luglio al 21 Luglio ’24

    Bologna Festival 2024 – 43ª edizione

    Dal 18 Marzo al 6 Novembre ’24

    Lucca Classica X edizione

    Dal 24 AprileTerminato il 28 Aprile ’24

    Concorsi

    Notizie