Concertisti Classica, la musica classica in Italia
La Musica Classica in Italia
Cerca
Chiudi questa casella di ricerca.
@ Festival
69° Festival Puccini 2023 a Torre del Lago
Il Festival Puccini 2023 presenta tre delle opere più famose di Giacomo Puccini, La bohème, Madama Butterfly e Turandot, oltre al Tabarro in dittico con il Barbablù di Bartók; lo scenario del Gran Teatro all’Aperto, unico e suggestivo, rende l’esperienza dell’opera ancora più coinvolgente.
Andrà in scena dal 14 luglio al 26 agosto 2023 la 69 edizione del Festival Puccini di Torre del Lago, unico festival al mondo dedicato al celeberrimo compositore lucchese. Nello scenario affascinante del Gran Teatro all’aperto sulle rive del Lago Massaciuccoli, saranno quattro i titoli operistici pucciniani proposti, tutti amatissimi dal pubblico, La bohème, Turandot, Madama Butterfly e Il tabarro, quest’ultimo in scena in un dittico con l’opera Il castello del duca Barbablù di Béla Bartók.

Il Programma

  • La bohème  (14 e 29 luglio, 10 e 25 agosto)
  • Turandot  (15 luglio, 4, 11 e 19 agosto)
  • Madama Butterfly  (28 luglio, 5, 18 e 24 agosto)
  • Il tabarro e Il castello del duca Barbablù  (12 e 26 agosto)
  • Concerto dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia (20 luglio)

Il 69° Festival Puccini inaugura venerdì 14 luglio 2023 con un nuovo allestimento de La bohème, firmato dal regista Christophe Gayral che sceglie di trasporre la vicenda nella Parigi del ’68 sconvolta dalle contestazioni del “maggio francese”; contestualizzano l’ambientazione le scene di Christophe Ouvrard, i costumi di Tiziano Massetti, le luci di Peter van Praet.

La direzione musicale è affidata ad Alberto Veronesi, alla guida dell’Orchestra e Coro del Festival Puccini, e di un cast che vede protagonisti Claudia Pavone nel ruolo di Mimì, Oreste Cosimo in quello di Rodolfo, Federica Guida come Musetta; Alessandro Luongo sarà Marcello, Sergio Bologna, Schaunard e Antonio Di Matteo, Colline.

Dopo la ‘prima’ inaugurale, La bohème sarà in scena per altre tre recite il 29 luglio e il 10 e 25 agosto.

Il 15 luglio sarà la volta di Turandot, di cui ricorreranno nel 2026 i cento anni dalla prima rappresentazione. La ‘grande incompiuta’ pucciniana torna in scena con il finale di Luciano Berio, nella ripresa dell’allestimento per la regia di Daniele Abbado, con le scene di Angelo Linzalata, i costumi di Giovanna Buzzi e la coreografia di Simona Bucci.

Sul podio salirà Robert Trevino, direttore texano di origini messicane, tra le bacchette più richieste della sua generazione; sul palco, nel ruolo del titolo, Sandra Janušaite al suo debutto a Torre del Lago, mentre il principe Calaf sarà interpretato da Amadi Lagha, già apprezzato al Festival. Emanuela Sgarlata sarà Liù, Antonio Di Matteo, Timur.

Repliche il 4, 11 e 19 agosto.

Madama Butterfly, la commovente tragedia giapponese di Puccini rappresentata per la prima volta nel 1904 alla Scala di Milano, andrà in scena nel nuovo allestimento affidato a Pier Luigi Pizzi, che firma regia, scene e costumi dello spettacolo.

Dirige Francesco Cilluffo, che sale per la prima volta sul podio del Festival Puccini; nel ruolo di Cio Cio San, il soprano Carolina Lopez Moreno, mentre Luciano Ganci torna al Gran Teatro nei panni del tenente Pinkerton;  Bruno Taddia sarà Sharpless, William Corrò, Yamadori e SeungPilChoi, Lo zio Bonzo.

Quattro le recite previste: dopo il debutto del 28 luglio, si replica il 5, 18 e 24 agosto.

Il 12 e 26 agosto, in coproduzione con il Teatro dell’Opera di Roma, va in scena il dittico che accosta due atti unici, entrambi rappresentati per la prima volta nel 1918, Il tabarro di Puccini e l’opera di Bartók, Il castello del duca Barbablù. La regia dello spettacolo è affidata al visionario regista tedesco Johannes Erath mentre le scene sono di Katrin Connan e i costumi di Noelle Blancpain.

Alla guida dell’Orchestra e Coro del Festival torna il giovane direttore Michele Gamba, già applaudito a Torre del Lago; sul palco saranno protagonisti del lavoro pucciniano Monica Zanettin come Giorgetta, Azer Zada come Luigi, Lucio Gallo nel ruolo di Michele, Loriana Castellano nei panni di La Frugola.

L’opera di Bartók vede in scena due soli personaggi, Barbablù interpretato da Mikhail Petrenko e Judit, da Szilvia Voros.

Accanto alle opere, il Festival Puccini 2023 presenta un altro appuntamento di rilievo che vede il ritorno dell’Orchestra Nazionale di Santa Cecilia, protagonista del concerto sinfonico in programma il 20 luglio al Gran Teatro all’Aperto: sotto la prestigiosa direzione di Gianandrea Noseda, la compagine ceciliana eseguirà brani di Respighi e Rimskij-Korsakov, e il celebre Concerto n. 2 di Rachmaninov con Alessandro Taverna solista al pianoforte.

Tra gli altri eventi in cartellone, Moni Ovadia ne Gli occhiali di Šostakóvič, pièce scritta e diretta da Valerio Cappelli arricchita da musica dal vivo e registrata, immagini, fotografie, arredi scenici (13 agosto all’Auditorium Enrico Caruso del Gran Teatro);

il concerto dedicato a Puccini nell’Europa del Cabaret,  com la voce di Cristina ZavalloniAndrea Rebaudengo al pianoforte e Gabriele Mirabassi al clarinetto (17 luglio);

Il pianoforte al tempo di Puccini, recital del pianista Sandro Ivo Bartoli che celebra anche due anniversari musicali che ricorrono nel 2023, il 50° della morte di Gian Francesco Malipiero ed il 150° della nascita di Sergej Rachmaninov (8 agosto);

Before How I met Puccini – Aspettando il 2024, anteprima di un format di spettacolo che sarà presentato il prossimo anno, con la compositrice e performet Valentina Ciardelli al contrabbasso e Stefano Teani al pianoforte (14 agosto);

il Concerto lirico – sinfonico con l’Orchestra del Festival Puccini diretta da Fabio Maestri (23 agosto).    

Altre informazioni d’interesse

L’ameno borgo di Torre del Lago  affacciato sul Lago di Massaciuccoli, fu per oltre trent’anni il buen retiro di Giacomo Puccini, il luogo dove trasse ispirazione per le sue opere piu celebri : “Spiagge assolate, fresche pinete, il lago sempre calmo, ovvero l’Eden”, così lo descrisse.

La casa di Puccini sul Lago Massaciuccoli, oggi trasformata in un museo e mausoleo che custodisce le testimonianze della sua vita artistica e umana, sorge proprio di fronte al Gran Teatro. (Info: https://www.giacomopuccini.it/)

Oggi il lago fa parte del Parco regionale di Migliarino- San Rossore Massaciuccoli, comprendente 24 mila ettari di spiagge, pinete e zone palustri che ospitano una ricchissima avifauna.  

Biglietteria

I biglietti per il Festival Puccini 2023 sono in vendita su vivaticket.com

Ti potrebbe interessare

Festival Puccini di Torre del LagoIl Festival Puccini di… altro

Leggi Tutto

Evento Collegato

69° Festival Puccini 2023 a Torre del Lago

Concertisti Classica

  • Da non perdere

    Approfondimenti

    Concerti

    Opera

    Stagione Concertistica

    Festival

    Arena di Verona Opera Festival

    Dal 7 Giugno al 7 Settembre ’24

    Festival Verdi di Parma e Busseto, XXIV Edizione

    Dal 21 Settembre al 20 Ottobre ’24

    LacMus Festival 2024

    Dal 9 Luglio al 21 Luglio ’24

    Bologna Festival 2024 – 43ª edizione

    Dal 18 Marzo al 6 Novembre ’24

    Lucca Classica X edizione

    Dal 24 AprileTerminato il 28 Aprile ’24

    Concorsi

    Notizie