30° Levanto Music Festival Amfiteatrof
Liguria, trent’anni di musica nel nome di un grande violoncellista
Dal 10 Luglio 2021

al 12 Settembre 2021

Il Levanto Music Festival Amfiteatrof nasce come tributo della cittadina ligure al “Caruso dei violoncellisti”, Massimo Amfiteatrof, che a Levanto visse dai primi anni Venti del secolo scorso fino alla sua morte nel 1990, volendo allo stesso tempo ricordare il ruolo da mecenate della sua famiglia, che nella casa in riviera accolse numerosi esuli ed artisti. Massimo Amfiteatrof nacque nel 1907 a Parigi da genitori russi, la madre attrice e cantante, il padre scrittore e giornalista. Visse a San Pietroburgo fino al 1917, quando la famiglia, in seguito alla Rivoluzione d’ottobre, fuggi in Italia, stabilendosi in Liguria.

Il Levanto Music Festival, ora diretto da Tiziana Canfori e Fausto Cosentino, festeggia quest’anno il trentennale, mantenendo uno stile particolare che coniuga il godimento della bellezza al piacere intellettuale. “Non abbiamo paura di offrire stimoli originali e nuove prospettive d’ascolto”, sottolinea Tiziana Canfori, “e abbiamo disegnato il cartellone con l’intenzione che fosse innanzitutto vivo e cangiante (..).”

Il cartellone comprende perciò una varietà di esperienze musicali senza barriere di generi, spaziando dal Settecento napoletano alla sperimentazione più avanzata, dal récital di pianoforte al cantautore, dal quartetto classico alla tradizione genovese. Accanto a musicisti di consolidata fama internazionale come Pietro De Maria, Bruno Canino, Enrico Baiano, una spazio importante è dato ai giovani concertisti, come l’Ottetto d’Archi Paganini e il Genova Vocal Ensemble.

Inaugurazione il 10 luglio (Chiesa di Sant’Andrea, ore 21.30l con il duo formato da Catherine Jones, violoncello barocco, ed Enrico Baiano al clavicembalo. Particolare e raffinatissimo il programma, dedicato alla civiltà musicale napoletana “Si suona, a Napoli!”.

Due nomi di punta saranno al Levanto Festival in agosto: Pietro De Maria suonerà alla Chiesa di Sant’Andrea il 21 agosto (ore 21.30), presentando un programma dedicato a Chopin, Liszt, Čiaikovskij (concerto realizzato in collaborazione con il Festival di Cervo). Il 24 agosto (stesso luogo e ora), siederà al pianoforte il grande Bruno Canino per la serata ‘Omaggio a Milstein’, in duo con il violinista Alessio Bidoli.

Da segnalare due concerti di sperimentazione contemporanea davvero particolari: la performance dell’ensemble Theta Binaurali il 12 luglio, e il concerto di Aram Shahbazians e Masis Shahbazians il 29 agosto (entrambi presso l’Auditorium Ospitalia del Mare, ore 18).

Nel cartellone anche due spettacoli originali nati per il Festival, che vedono impegnati i due Direttori artistici: Fausto Cosentino mette in scena uno spettacolo musicale nato dall’ironia surreale di Erik Satie (31 luglio, Auditorium Ospitalia del Mare, ore 21.30), mentre Tiziana Canfori con il soprano Mirella di Vita e l’artista Simone Fareri realizza un’interpretazione “a tre chiavi” del ciclo liederistico ‘Winterreise’ di Schubert (19 agosto, Chiesa di Sant’Andrea, ore 21.30).

I concerti si svolgono in vari luoghi, scelti in sintonia con le differenti proposte musicali: diversi eventi avranno luogo nell’Auditorium del complesso medievale Ospitalia del Mare, recentemente restaurato, altre sedi sono la Chiesa di Sant’Andrea, storica culla delle iniziative “Amfiteatrof”, la Piazzetta della Compera e la Loggia Medievale, luoghi suggestivi per l’ascolto musicale en plein air.

A conclusione del Festival si svolgerà il laboratorio “Cello & Friends”, dedicato ai giovani, ai quali offrirà esperienze non solo di ascolto, ma anche di partecipazione diretta. Oltre al violoncello saranno disponibili molti altri strumenti, da conoscere e da provare (6 – 12 settembre).

Il cartellone dei concerti serali è completato dal ciclo di appuntamenti “Incontri, confronti, contorni e dintorni”, che riprendono i diversi tipi conduttori del Festival.

Per il programma dettagliato: www.levantomusicfestival.it/i-concerti

Altre informazioni sull’evento
Per saperne di più:

Massimo Amfiteatrof

Massimo Amfiteatrof è nato a Parigi nel 1907 da genitori russi: il padre era giornalista e scrittore, la madre attrice a cantante. Fuggiti da Pietroburgo durante la rivoluzione sovietica, si stabiliscono in Italia, dapprima a Cavi, poi a Levanto (dove in precedenza avevano trascorso le loro vacanze) e qui trasformano la loro casa in cenacolo, accogliendovi esuli ed intellettuali. Massimo Amfiteatrof, dedicatosi giovanissimo allo studio del violoncello, si diploma in questo strumento al conservatorio “G. Verdi” di Milano.

A soli 17 anni viene nominato da Toscanini primo violoncello solista alla Scala di Milano, e, successivamente, sempre con la stessa qualifica, suona con le orchestre della Rai di Torino e di Roma. Dedicatosi in seguito esclusivamente all’attività solistica, il “Caruso dei violoncellisti” intraprende una brillante carriera concertistica, ospite delle più importanti istituzioni musicali europee e americane, rifugiandosi sempre nella “sua” Levanto durante le pause della lunga e cosmopolita attività. Attività che lo porta anche a formare alcuni gruppi, tra cui il duo con Marisa Candeloro.

Membro dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma, dell’Accademia “Cherubini” di Bologna e insegnante al Conservatorio di Santa Cecilia, all’Accademia musicale di Firenze, alla Filarmonica di Bologna e al Conservatorio di Napoli, Amfiteatrof muore nella sua casa di Levanto il 9 dicembre 1990.

concertisti-classica-logo-80x80
Per ulteriori informazioni contatta Levanto Music Festival Amfiteatrof
Se ti piace l'evento di Levanto Music Festival Amfiteatrof fallo sapere ai tuoi amici
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Autore: Sabine Frantellizzi

ADV-G2
Ti potrebbe interessare
  • ADV0

    Condividi

    Condividi su facebook
    Condividi su twitter
    Condividi su linkedin
    Condividi su whatsapp

    I più cliccati

    Concerti

    Festival

    Concorsi

    Approfondimenti

    Aggiornamenti recenti

    Notizie

    ADV0